Saldi: avvio alla grande per gli sconti di fine stagione

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Sono partiti subito forte i saldi sulla spiaggia di velluto. Sabato e domenica, primi due giorni di avvio degli sconti, hanno fatto registrare un buon movimento di gente. E per la gioia di tutti i clienti quest'anno gli sconti sono partiti con ribassi piuttosto elevati. Quaranta, cinquanta e anche settanta per cento. Solo una minoranza i commercianti che hanno scelto di applicare sconti tra il venti e il trenta per cento.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
foto di Luca Borella


Soddisfatte le associazioni di categoria che si dicono certe che quest'anno i saldi di fine stagione saranno all'insegna dell'acquisto “consistente”, dopo le ristrettezze dello shopping natalizio. “La sensazione che abbiamo è che quest'anno i saldi saranno duraturi nel tempo -afferma il segretario provinciale di Confesercenti Paolo Luzi Crivellini- in questo week end di avvio degli sconti non si sono registrate file o resse ma l'afflusso di gente in centro è stato pressochè continuo. I clienti passeggiano, girano, guardano e poi acquistano. Insomma uno shopping mirato, alla caccia del capo necessario, quello che fa il guardaroba, e che non è stato acquistato durante il periodo natalizio proprio in previsione dei saldi. Se infatti lo shopping natalizio è stato piuttosto contenuto e gli per gli acquisti non sono stati stanziati grossi budget, è proprio con gli sconti che la gente punta a rifarsi. Anche i commercianti dal canto loro sono partiti subito forte applicando ribassi piuttosto consistenti. Calcoliamo che il movimento sarà costante e continuo almeno per le prime due settimane di saldi”.

Previsioni positive non solo per il breve ma anche per il lungo periodo dunque con commercianti e clienti che sembrano venirsi incontro. Sconti alti da un lato e disponibilità all'acquisto dall'altra. “Non abbiamo ovviamente i dati alla mano ma le aspettative sono buone -fa eco il segretario di Confcommercio Riccardo Pasquini- nei negozi la gente entra e acquista anche i capi già adocchiati in precedenza. Del resto sono molto buone anche le percentuali degli sconti applicati che sono alti fin dall'inizio partendo già dal 40 per arrivare fino al 70%”.

Le associazioni di categoria raccomandano ai commercianti come ogni anno la massima trasparenza nell'applicare gli sconti così ricordano ai consumatori di verificare che le regole siano applicate. Ogni capo deve essere contrassegnato dal cartellino che indica il prezzo originario, la percentuale di sconto applicata e il nuovo importo. Non è poi vero che la merce acquistata in saldo non può essere cambiata e soprattutto i clienti devono fare attenzione che la merce in saldo sia quella della stagione in corso e non degli anni passati.

saldi senigallia saldi senigallia saldi senigallia saldi senigallia





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 gennaio 2008 - 4464 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, saldi


marinelli

10 gennaio, 17:56
I saldi sono la più grande delinquenza mondiale dal punto di vista commerciale...<br />
Pensare di poter acquistare nell'arco di una decina di giorni, prima a 100 poi a 80/70/60/50/40 solo per la presenza di festività o quant'altro, è assurdo.<br />
I beni dovrebbero costare meno e mantenere lo stesso prezzo, al limite se proprio vuoi, si potrebbe scontare un 10%, al massimo 20%, non oltre. Non ci sarebbero crisi, ne imbrogli.<br />
Diffido di chi mi promette riduzioni del 60/70/80% perchè o vende proprio mele marce o alza i prezzi prima di scontare o comunque c'è qualcosa che non va. Io che non sono un addetto del settore, consiglierei di annotare i prezzi in alta stagione degli articoli interessati per poi confrontarli al momento dei saldi. Per esempio se vedete agli inizi di dicembre un articolo che vi piace a 100 e così rimane sino al 6 gennaio è naturale. Ma se dal 7 gennaio il prezzo è 120 con sconto del 30%, considerate comunque sia che se acquistate rimanete in ogni modo ingannati (anche se di poco).