Ostra: torna il presepe dei giovani di Pianello

4' di lettura 30/11/-0001 -
Come ogni anno è stato realizzato il presepe dai giovani di Pianello di Ostra che hanno impegnato corpo e anima in questa che per loro è ormai diventata una vera e propria passione.

da Martina Sacrati
Parrocchia del Pianello


Il luogo di lavoro come sempre è stato la sala della comunità parrocchiale della chiesa di Pianello che per un mese ha assunto le vesti di una falegnameria con seghe, avvitatori e attrezzi sparsi ovunque. L'idea originale di quest'anno è stata il potersi introdurre all'interno del presepe e non solamente guardarlo come uno scenario, da una fredda e distaccata platea. Quest'anno il pubblico ha potuto calarsi nel paesaggio, vivere la vita all'interno di esso e percepire con esso l'intrepida attesa per la nascita del Redentore.

Il tema di questo presepe 2007 rappresenta la "ricerca della Natività" proprio per il fatto che a prima vista non la si vede e solamente dopo aver attraversato il paese, ci si può soffermare a contemplare la gioia di Gesù appena nato. Ripercorrendo il lungo e faticoso mese di lavoro, in cui i giovani hanno messo a disposizione tutta la loro volontà e il loro tempo, sacrificando spesso anche i fine settimana, possiamo dire che la prima e la più dura delle attività è stata l'allestimento del palco con i bancali, seguita poi dalla realizzazione del fiume e delle nuove case che hanno entrambi necessitato di due settimane di tempo per essere completati.

Fatto questo, il tempo era volato ed eravamo all'incirca verso il 10 dicembre. Restava ancora più di metà del lavoro e pur faticando notte e giorno, tutto sembrava non andare mai avanti. La speranza di riuscire a farcela andava man mano affievolendosi e nell'aria cominciava a diffondersi un clima di scoraggiamento!!! Nelle restanti due settimane si è proceduto con la realizzazione della struttura per la capanna, si sono appesi i teli bianchi per il cielo e si è formato il paese posizionando le case, non prima però di aver collocato tutti i vari circuiti elettrici all'interno delle singole stanze delle case. Ora il passo successivo era coprire tutte le parti vuote dei bancali rimasti scoperti. Grazie a delle piante e a pezzi di corteccia astutamente avvitati, si è creato un vero e proprio paesaggio su vari livelli con viottoli in ghiaia e con muschio e terriccio per i prati.

Un altro duro passo da compiere è stato creare le miniature e, attraverso stampi, i coppi in das per i tetti delle case. Da sottolineare il fatto che gli arredamenti, gli oggetti in miniatura e i coppi sono stati realizzati e dipinti tutti rigorosamente a mano!! Quando il tempo cominciava ormai a stringere, si è riuscito miracolosamente a terminare e perfezionare questo presepe in tempo per la sua apertura. E' stato inaugurato nella notte di Natale dopo la Messa di Mezzanotte con i moltissimi complimenti della gente che lo ha apprezzato a pieno.

Le novità di quest'anno sono state molteplici, una su tutte si trova alla fine del percorso: un libro in cui chiunque visita il presepe può apporre la propria firma e un commento personale. Per chi ancora non avesse avuto l'occasione di visitarlo, tra i vari particolari da non perdere c'è la miniera sulla sinistra ai piedi del paesino, un piccolo particolare di cui non svelo nulla posto affianco al ciabattino (da notare solo se siete milanisti) e il suggestivo Angelo posto dietro la Natività che si illumina con il calar della notte. Come al solito, accompagnato da melodiose musiche natalizie, c'è l'alternarsi del giorno e della notte quest'anno ben distinti dal suono della campana della chiesetta che avvisa il paese dell'arrivo del nuovo giorno.

Un ringraziamento speciale va fatto ai giovani che hanno realizzato con amore e con pazienza questo capolavoro, un caloroso grazie a Michele Telari, Manuele Telari, Patrizio "Bobo" Rotatori, Lorenzo Frattesi, Martina Sacrati, Alice Pianelli, Matteo Telari, Emanuele Animali. Augurandovi "Buone Feste" riprendo un commento lasciato da un nostro visitatore che dice più o meno così: "Complimenti ai fautori di questa pregevole opera...arrivederci al prossimo Natale!"
Il presepe rimane aperto fino a domenica 13 gennaio 2008 nella sala della comunità parrocchiale in via San Giuseppe, 2 a Pianello di Ostra.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 gennaio 2008 - 5273 letture

In questo articolo si parla di natale, pianello di ostra