Mezza Canaja, ecco cosa ne pensano i partiti

6' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Dopo Plage Savage e le manifestazioni di denuncia dei ragazzi del Mezza Canaja sul tema della casa, sono esplose molte polemiche, soprattutto sui metodi utilizzati per proporre le lore denunce.
Ecco come affrontano la questione tutti i partiti rappresentati nel consiglio comunale.

di Michele Pinto
michele@vivere.marche.it


Roberto Mancini capogruppo di rifondazione Comunista sostiene che "la città dovrebbe ringraziarli per una cosa: noi grazie al Mezza Canaja sappiamo che la ex scuola di Polizia è stata venduta. La città ed anche il consiglio comunale non ne erano informati. E' un fatto grave - insiste Mancini - perché si tratta di un'area molto vasta nel centro cittadino.
Non sono un sostenitore ad oltranza delle scritte sui muri ma quelle scritte sui muri hanno rotto una situazione omertosa.
I ragazzi del mezza Canaja sono nelle ex colonie Enel perché avevano un comodato d'uso. Adesso sono in attesa di un'altra sistemazione. Al momento non è in programma l'elaborazione della pratica urbanistica e quindi la demolizione non è certo imminente: stando lì non tolgono niente a nessuno.
Inoltre
- conclude Mancini - è una situazione molto partecipata, il Centro Sociale risponde ad un bisogno di molti giovani si parla di centinaia e centinaia di ragazzi".
Per quanto riguarda le feste, dove spesso la musica supera i limiti di decibel e orario Mancini invita al dialogo sostenendo che spesso molti problemi con il campeggio adiacente sono stati risolti semplicemente parlando.
Non va nemmeno condannata la vendita di bibite da parte del Mezza Canaja senza licenze: è una relatà no profit, i ricavi vanno alle loro attività culturali e all'ambasciata dei diritti. Di fatto godono della stessa libertà delle feste di partito.

Alesandro Castriota, capogruppo dei Verdi si divide tra elogi e critiche.
"Il Mezza Canaja ha sollevato un problema in maniera molto intelligente - qui fa riferimento alle telefonate alle agenzie immobiliari - il problema della casa riguarda tutti. Sono stati bravi. Poi però hanno messo in atto una serie di pratiche illegali, tra cui imbrattare i muri e così hanno imbrattato anche le loro 'buone pratiche'. La cosa si è rivelata controproducente tanto è vero che oggi si parla di queste cose, magari marginali, ma che coprono le cose serie. Sono deluso, si sono annullati da soli".
Castriota però non condivide il pensiero di chi vuol far pagare i danni alle famiglie: "Le responsabilità sono individuali, chiamare in casa i genitori non sta ne in cielo ne in terra. Altra cosa è chiedere che vengano perseguiti chi ha commesso questi piccoli reati. Chi ha fatto questi gesti di protesta sa bene che erano illegali e ha messo in conto di subirne le conseguenze".
Per quanto riguarda le affissioni abusive Castirota ritiene che sarebbe opportuno dedicare degli spazi appositi a questo tipo di affissioni. Nessuna importanza invece alle polemiche sulla vendita di bibite durante le feste "Sono discussioni che lasciano il tempo che trovano, la loro attività è assimilabile all'attività di circolo".

Stefano Schiavoni, capogruppo DS richiama al rispetto delle regole, sia per quanto riguarda il dialogo politico che per le attività, per le quali auspica un'autoregolamentazione.
"E' necessario confrontarsi sulle tematiche hanno portato all'attenzione e siamo pronti ad organizzare un incontro, anche se si parte da idee diverse. Un confronto alla pari - sottolinea Schiavoni - con il rispetto reciproco che c'è sempre stato. Sicuramente, a causa delle ferie siamo rimasti indietro. E con la ripresa dell'attività politica intendiamo anche risolvere il loro problema (l'occupazione delle ex Colonie Enel)."
Sulla vendita della ex Scuola di Polizia Schiavoni afferma che "la decisione è stata presa a Roma e noi non possiamo fare molto. Dobbiamo però iniziare a pensare anche all'area del Centro Recuperi. Non ha molto senso oggi che le caserme stiano nel centro delle città".

Della stessa idea anche Andrea Bacchiocchi capogruppo della Margherita: "Esistono delle leggi e vanno rispettate.
Sono d'accordo che l'amministrazione deve cercare di trovare una sede a questa associazione, come capigruppo abbiamo preso un impegno, che però deve rispettare le leggi".
Sulla ex Scuola di Polizia si tratta di una scelta del governo e il consiglio comunale non può farci nulla ma "politicamente abbiamo lo strumento del piano regolatore per intervenire".
Anche Bacchiocchi concorda che "Sarebbe opportuno dare degli spazi gratuiti a disposizione per le affissione delle associazioni.

Daniele Corinaldesi della Lista Marcantoni condanna le scritte con le bombolette in città ma è più comprensivo su altri temi: "Il comune aveva promesso una risposta all'esigenza di una sede per l'aggregazione giovanile, non mi interessa di che colore sia, ma non ha dato risposta.
Condanno la deturpazione delle mura cittadine con scritte e lo trovo anche politicamente poco efficace come modo di manifestare.
E' illegale piazzare volantini per il corso, ma sono giovani e bisogna capire il loro modo di esprimersi correttamente, spesso hanno esagerato
- conclude Corinaldesi - ma ci vorrebbero più spazi dedicati".

Molto duro Vincenzo Savini capogruppo di Liberi x Senigallia. "Il giudizio politico spetta alla maggioranza. Con noi liste civiche non hanno avuto e non avranno nessun collegamento. Non esprimo un giudizio politico su chi politico non è.
Costoro devono rispettare le leggi al pari di qualsiasi altra aggregazione o singolo individuo. Se eludono ed evadono la legge devono essere perseguiti perché sono cittadini come tutti noi
".

Alessandro Cicconi Massi parla a nome di tutta la Casa delle Libertà.
"Abbiamo già più volte ripetuto che ognuno è libero di esprimer le proprie opinioni e le proprie idee e non vogliamo assolutamente limitare questo diritto.
E' chiaro che questo diritto non può travalicare i diritti altrui e le leggi dello stato.
A questi ragazzi viene permesso di fare cose che vanno al di là della legge che ad altri non sarebbero minimamente permessi.
Se vengono violate norme del codice penale o civile che non si abbia un occhio di riguardo perché nei confronti degli altri cittadini non si ha un occhio di riguardo, non si capisce perché debba esserci una differenza di comportamento.
Accendere i fumogeni alle 4:30 del pomeriggio di fronte ad anziani e bambini è sconveniente
".
Sui temi sollevati dal Mezza Canaja Cicconi Massi non intende intervenire: "Non voglio accogliere la loro provocazione. Sono argomenti che possono essere sollevati, che è legittimo sollevare, ma devono essere poste all'attenzione in maniera corretta e con rispetto democratico".






Spike

24 agosto, 03:50
Anzichè sui muri e sulle vetrate della banca,le scritte potevano farle su uno striscione da mostrare durante la manifestazione...no?

Anonimo

24 agosto, 08:34
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Smile

24 agosto, 09:21
Savini l'ha fatta fuori dal vaso: "Non esprimo un giudizio politico su chi politico non è", dice. Come: "su chi politico non è"? <br />
<b>Tutti noi cittadini siamo "politici" quando "politicamente" agiamo</b>...<br />
<br />
Ah, già: ma forse lui - Savini - si sente "Casta"...

michele

24 agosto, 10:18
Forza Italia è rappresentata, come tutta la CdL, da Alessandro Cicconi Massi.<br />
Se avessi dovuto intervistare tutti e 30 i consiglieri comunali... avrei pubblicato l'articolo la settimana prossima!

Anonimo

24 agosto, 10:25
Proprio no!<br />
Qui l'ha fatta qualcun altro fuori dal vaso, e se c'è una casta è quella di questi figli di papà e mammà sessantottini che pensano di poter fare quello che gli pare. Ma vuoi sapere cosa mi manda in bestia? Che gli venga lasciato fare quello che gli pare. <br />
Vorrei solo che andassero ad imbrattare i muri di casa di Mancini, dell'Angeloni, di Ceresoni, di quelli, insomma, che tollerano i loro comportamenti ... tanto si sa, SORRAGAAAZZI...<br />
E ne vuoi sapere un'altra carina? L'amministrazione sta cercando di far firmare ai proprietari degli appartamenti dei condomini che gravitano sui portici Ercolani una convenzione che li obbligherà - IN PERPETUO - a pagare di tasca loro la tinteggiatura dei portici (da due metri in su) . La frequenza di tale onere (e sono tanti soldini pro capite) sarà ad insindacabile giudizio dell'amministrazione. Ti pare giusto che questa stessa amministrazione che obbliga me ad imbiancare i muri dei portici poi permetta a 'sti quattro pupattoli di giocare alla politica a mie spese mentre incassa i proventi dell'occupazione del suolo pubblico dagli ambulanti del giovedì e della fiera di S.Agostino? <br />
Dice Mancini che sono no profit... E allora? i manifestini delle associazioni sportive, anche di quelle no profit, pagano l'affissione ed anche SALATA, e raccolgono anche loro centinaia di giovani che passano il tempo in modo più sano e non danneggiano la res publica con bombolette spray. <br />
Sono proprio stufa. Sono anche d'accordo in tutto con Paradisi e Cicconi Massi. Vorrei una società che dà e toglie con equità, che premia il merito e non sia clientelare, onesta ed educata, rispettosa del prossimo e delle diversità... TUTTE le diversità.....<br />
<br />
--A.D.

Pablo

24 agosto, 10:37
Apprendo che i ragazzi del mc sono in attesa di un'altra sistemazione. Di quella attuale ne usufruiscono (a gratis?) perchè tanto non tolgono niente a nessuno! I comuni mortali potranno mai godere degli stessi diritti? Mi riferisco solo a quel diritto che prevede di fruire gratuitamente di un bene introdotto da questa Amministrazione, e che vale solo per i propri vivai elettorali, non ritenedo un diritto quello di okkupare o imbrattare muri e alberi...o koprire manifesti funebri.<br />
Tempo fà sapevo di una qualche difficoltà del circolo scacchistico cittadino a reperire un locale per la propria sede (non so se risolta) ma evidentemente le priorità sono priorità e giocare a scacchi non risponde ad esigenza alcuna. Inoltre, pensate, gli scaccofili erano anche disposti a pagare un canone d'affitto! Non hanno proprio capito nulla!<br />
P.S. Ho preso solo ad esempio la situazione del circolo di scacchi come la conoscevo e senza essere aggiornato sulla condizione attuale.<br />
<br />
Paolo Belogi

Daniele_Sole

24 agosto, 12:24
Bell'articolo, anche se mancano alcune voci (come qualcuno ha fatto giustamente notare).<br />
Tra l'altro mi ha dato uno spunto per un'idea a cui non pensavo: visto che ai circoli è concesso vendere a prezzi ridotti, perchè un pò di gestori non fanno lo stesso creando, chessò, il circolo Tatiana, il circolo Locale etc..?<br />
Sarà che l'ultima volta che ho preso una bevuta "normale" l'ho pagata 5 €.<br />
Ma forse mi son dato una risposta da solo....

michele

24 agosto, 12:48
Chi manca?<br />
AN e UDC, contattati, mi hanno confermato che Cicconi Massi parlava a nome di tutta la CdL.

Daniele_Sole

24 agosto, 12:49
Andiamo sul generale, per punti:<br />
<br />
Andrea Bacchiocchi: "...Sarebbe opportuno dare degli spazi gratuiti a disposizione per le affissione delle associazioni..."<br />
Ok, è una buona idea da approfondire.<br />
<br />
Alessandro Cicconi Massi: "...argomenti...che devono essere poste all'attenzione in maniera corretta e con rispetto democratico..."<br />
Non ci piove, anche se poi tra gli uguali alla fine qualcuno è sempre "più uguale" degli altri; Cmq la politica ultimamente è quantomeno "sorda e cieca"...<br />
<br />
Stefano Schiavoni:"...Sicuramente, a causa delle ferie siamo rimasti indietro. E con la ripresa dell'attività politica intendiamo anche risolvere il loro problema (l'occupazione delle ex Colonie Enel)...".<br />
Ma che risposta è? Rimasti indietro a causa delle ferie? Vuol dire forse che quei "4 monelli" sono più anticipatamente e meglio informati dei politici locali delle compravendite di grossi immobili (caserme)? Bella cosa, complimentoni! Ah, per la cronaca, ci sarebbero diverse famiglie che sono rimaste senza casa, a causa di separazioni o di mutui contratti troppo alti e non pagati: a loro la casa gliela diamo prima o dopo della nuova sede del M.C.????<br />
<br />
Alessandro Castriota:"...ha sollevato un problema in maniera molto intelligente...poi però hanno messo in atto una serie di pratiche illegali...che si è rivelata controproducente tanto è vero che oggi si parla di queste cose.."<br />
Sottoscrivo in pieno, e ci aggiungo che i loro referenti politici potrebbero pure gestirli meglio.<br />
<br />
Roberto Mancini: "...a città dovrebbe ringraziarli per una cosa: noi grazie al Mezza Canaja sappiamo che la ex scuola di Polizia è stata venduta..."<br />
Buon giorno e ben svegliato, gradisce un caffè? (che cmq le offrirò volentieri per scusarmi della successiva mia cattiveria): ma che ci state a fare al consiglio comunale se non siete voi consiglieri i primi a sapere la cose???? per cosa vi abbiamo votato, oltre che per decidere? Ma se le cose non si sanno, come fate a prendere decisioni????<br />
Ah, cosa sapete che verrà costruito al posto delle caserme, e soprattutto: da chi????<br />
<br />
Saluti (da uno che non fa ferie da Pasqua)

Daniele_Sole

24 agosto, 15:21
....Non avevo letto il tuo post sopra

kit_carson

24 agosto, 16:29
Premesso anche alcuni commenti - vedi quelli di Mancini - travalicano il confine della democrazia, proviamo a riassumere e sintetizzare:<br />
1. i circoli ricreativi possono vendere bibite senza licenze; aggiungerei (tanto lo fanno già...) anche CD, DVD.<br />
2. la sinistra estrema in consiglio, anzichè dibattere, dorme!<br />
3. Tutti gli immobili sfitti, vuoti, o in attesa di demolizione, potranno essere okkupati da bravi ragazzi come quelli del Mezza Canaja (sai che pacchia...).<br />
4. apriamo a Senigallia attività no profit, poi investiamo sul business delle bibite e della contraffazione, reinvestendo gli utili nell'acquisto di altro materiale...<br />
5. invito tutti i partiti politici democratici, tutti i circoli legalmente iscritti, associazioni riconosciute, commercianti, aziende, etc. (e mi pare che quello di Mancini non lo sia...), ad affiggere il materiale pubblicitario senza passare regolarmente per l'ufficio affissioni: se nessuna sanzione è stata comminata ai teppistelli, siamo in un vuoto di legalità... quindi non potrenno fare niente nemmeno a voi.<br />
<br />

Anonimo

24 agosto, 16:49
Non so chi si firma mezza canaja ma non è nessuno di noi.<br />
<br />
--Nicola Mancini

michele

24 agosto, 17:09
Provvedo subito a bloccarlo.<br />
Ecco un buon motivo per registrarsi: evitare che chiunque si impossessi del vostro nome.

Anonimo

24 agosto, 17:54

Off-topic

"Sono anche d'accordo in tutto con Paradisi e Cicconi Massi. Vorrei una società che dà e toglie con equità, che premia il merito e non sia clientelare, onesta ed educata, rispettosa del prossimo e delle diversità... "<br />
<br />
Bocca mia statti zitta, tappati con le mani, così neanche scrivi...<br />
<br />
Oh my God...<br />
<br />
--Snort




logoEV