Festival Organistico: chiesa stracolma per Arno Hartmann

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Pubblico seduto anche per terra alla Chiesa Santa Maria della Neve durante il penultimo concerto del 6° Festival Internazionale Organistico di Senigallia, giovedì scorso, 16 agosto 2007. Prossimo appuntamento il 23 agosto 2007: all’organo Matesic con un bellissimo programma dalla letteratura francese del 19° e 20° secolo. Ingresso libero.

di Festival Organistico Internaz


Seduti anche per terra. C’era da stropicciarsi gli occhi davanti alla scena certamente non consueta per un ambito così specializzato. Pubblico talmente numeroso da sedersi anche per terra per ascoltare un concerto di musica per organo, in una chiesa di una città di mare, nel cuore dell’estate. È accaduto giovedì scorso, 16 agosto 2007, nella chiesa di Santa Maria della Neve a Senigallia dove si svolgeva il penultimo concerto del 6° Festival Internazionale Organistico di Senigallia.

All’organo il Maestro tedesco Arno Hartmann, musicista e direttore d’orchestra specializzatosi tra gli altri con Zubin Mehta e direttore dei Bochumer Symphoniker e dei Wiener Kammerorchester. Il programma prevedeva sia composizioni del Sei e Settecento, sia repertorio contemporaneo con partiture di Gian Carlo Menotti e di Naji Hakim. Particolarmente convincente e apprezzata quest’ultima parte. Hartmann ha poi eseguito con notevole piglio il finale della Toccata in Do BWV 564 di Bach e con un bel tempo la Fuga del Concerto di Vivaldi nella trascrizione di Bach. Grande entusiasmo per l’andamento di “Ricercare”, partitura del 1984 di Gian Carlo Menotti, unico brano per organo da lui scritto.

Ovviamente soddisfatti gli organizzatori del Festival che in 6 anni ha saputo imporsi tra le manifestazioni di spicco dell’estate di Senigallia, ricevendo il riconoscimento e il sostegno del Comune e di una Fondazione nata appositamente. Soddisfatti anche i numerosi turisti che in questo periodo popolano la spiaggia di velluto, contenti di un’offerta alternativa e di qualità nel cartellone di iniziative tra cultura e intrattenimento. Soddisfatti i giovani professionisti dello strumento che studiano organo e grazie al Festival hanno la possibilità di ascoltare alcuni dei migliori interpreti internazionali. Straordinaria la partecipazione quest’anno dell’olandese Ben Van Oosten, corteggiato dai maggiori festival del mondo.

Il prossimo appuntamento del Festival Internazionale Organistico di Senigallia, giovedì 23 agosto, è anche l’ultimo del cartellone 2007. Importante è il nome scelto per mettere il sigillo all’edizione numero 6: Wladimir Matesic (nella foto in alto).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 agosto 2007 - 2140 letture

In questo articolo si parla di festival organistico





logoEV
logoEV