Derubata la cassaforte del supermercato Ingrande

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Giornata rovente sulla spiaggia di velluto. Furti, sequestri di materiale contraffatto e richieste di intervento alle forze dell'ordine per la presenza “sospetta” di alcuni zingari hanno caratterizzato una giornata all'insegna dei controlli a tappetto su tutto il territorio comunale.
Il primo “colpo” è stato messo a segno nel cuore della notte ai danni dell'Ingrande, il maxi supermercato situato al Vallone, che ha ricevuto la sgradita visita dei ladri.

di Giulia Mancinelli
penelope@viveresenigallia.it
foto di Luca Borella


Approfittando della quiete notturna e del fatto che l'ipermercato si trova in una zona poco trafficata nelle ore notturne, i ladri sono riusciti ad introdursi all'interno dell'esercizio commerciale forzando una delle porte d'ingresso.

Con scaltrezza i malviventi sono riusciti ad eludere il sistema d'allarme per poi scardinare la porta utilizzando un piede di porco. Una volta all'interno del locale, i ladri si sono diretti verso la cassaforte disinteressandosi completamente della gran quantità di merce che si trova all'interno del negozio.

Utilizzando quindi, presumibilmente, un mezzo attrezzato, dato il peso piuttosto consistente della cassaforte, sono riusciti a scappare portandosi via tutta quanta la cassetta di sicurezza. Un bottino niente affatto irrisorio dal momento che all'interno della cassaforte era contenuto l'incasso della giornata per un totale di qualche decina di migliaia di euro.

L'Ingrande, a meno di un anno dalla sua apertura, infatti è costantemente preso di mira da centinaia di clienti proprio per i prezzi dei prodotti di marca particolarmente competitivi. Ad accorgersi dell'accaduto sono stati i dipendenti del supermercato che per primi sono arrivati ieri mattina per preparare l'apertura dell'esercizio, intorno alle 7. Sull'episodio stanno indagando i Carabinieri.

Sempre ieri mattina, carabinieri e polizia Municipale sono stati impegnati in un intervento congiunto per il “pattugliamento” della zona nei pressi del centro commerciale il Maestrale, a Cesano, e anche all'interno della galleria del centro commerciale.

Alcuni clienti infatti avevano segnalato la presenza sospetta e ingerente di alcuni zingari che si avvicinavano alle persone intente a fare acquisti così come sono stati notati aggirarsi con fare furtivo all'interno di alcuni negozi. La presenza delle forze dell'ordine ha sortito un ottimo effetto deterrente contribuendo a far sparire nel nulla, in quattro e quattr'otto, i rom.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 agosto 2007 - 5741 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, luca borella, giulia mancinelli


Brontolone42

18 agosto, 15:07
E' facile dopo, mi viene però la battuta che di "in-grande" c'è anche tanta ingenuità.<br />
Ma viene da chiedersi come si pensi di lasciare "...qualche decina di migliaia di euro", senza pensare a quello che oggi avviene per poche centinaia di euro e non versarli in banca nel corso della giornata.<br />
E viene da chiedersi, ma il controllo di vigilanza notturna ci sarà pur stato, e se si come mi auguro, non si è accorto di nulla fino alle 7 di mattina?<br />
E perché l' attenzione dei ladri si è posata a colpo sicuro sulla cassa e non sulle merci ?<br />
Certo che poi anche il sistema di allarme......!!<br />
.... che si sia pensato a sottoscrivere una polizza contro i furti ??!! Lo spero per loro...<br />
<br />
Franco Giannini<br />