Oltre lo schermo. Lo spettatore e il critico alla scoperta del film

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Gli spazi della Piccola Fenice ospiteranno un interessante corso di storia e critica del cinema a cura della Scuola di Cinema “Sentieri selvaggi”, il 14 e 15 aprile 2007.

da Teatro La Fenice di Senigallia


Il corso è realizzato in collaborazione con il circolo Ficc “Linea d’ombra” di Senigallia (anche animatore della stagione cinematografica d’essai in corso alla Piccola Fenice), con la Mediateca delle Marche e il Comune di Senigallia. Due giorni di corso, per sedici ore tra lezioni teoriche e visioni di sequenze cinematografiche emblematiche, intorno al film inteso come vero e proprio “testo” da saper leggere e guardare.

A condurre il corso sarà il critico e giornalista cinematografico Massimo Causo (“Sentieri selvaggi”, “Filmcritica”, “Cineforum”, “Il ragazzo selvaggio”, “Il Corriere del giorno”), che da anni collabora anche con diversi festival cinematografici (Alba, Lecce, Torino, Venezia tra gli altri) e insegna Storia e Critica del cinema all’Università di Lecce.

I partecipanti potranno dunque saggiare l’esperienza critica e le sue peculiarità, nonché avere un quadro delle tante possibilità interpretative del testo filmico, in base alla cultura e alla sensibilità personale dello spettatore consapevole, prendendo le distanze da certo accademismo. Per far ciò, il corso attraverserà la Storia del Cinema trasversalmente, riproponendo un originale percorso che individui le urgenze espressive, il valore poetico, la tensione emotiva dell’espressione filmica.

L’impostazione del corso ruota intorno a quattro cardini. In primis, il rapporto tra cinema e immaginario, ovvero il sogno e la visione. Poi, il cinema visto in quanto un “affare di corpo” che va in due direzioni: da una parte il corpo dell’attore al centro dello schermo e dell’autore come sguardo; dall’altra parte, il corpo dello spettatore senza il quale la visione non avrebbe senso, corpo dentro/fuori il film.

Infine, la considerazione chiara che il cinema è qualcosa che concerne l’universo dei sentimenti, un luogo che ci “costringe” a provare emozioni, a ridere, piangere, amare, sognare. Il costo del corso è di 80 euro prezzo intero e 50 euro prezzo ridotto per studenti soci Coop e soci Ficc.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 marzo 2007 - 1859 letture

In questo articolo si parla di cinema, teatro la fenice, redazione





logoEV