Ostra Vetere: sabato sera va in scena “La Tempesta'' di Shakespeare

2' di lettura 30/11/-0001 -
Prosegue con successo la stagione teatrale di Ostra Vetere. Dopo i primi seguitissimi appuntamenti, è la volta di una serata con uno dei “classici” del teatro shakespiriano.



Saranno, infatti, le suggestioni del grande drammaturgo inglese William Shakespeare a fare da magico scenario all’appuntamento in cartellone di “Ostra Vetere in… Teatro”, organizzato dall’Associazione “IRIDE” di Falconara, guidata da Gloria Santilli, con la collaborazione della Mediateca delle Marche, l’Assessorato ai Beni culturali del Comune di Ostra Vetere e la Piccola Accademia del teatro e del cinema “Alberto Sordi”.

Appuntamento, perciò, sabato 31 marzo alle ore 21,30 nella sala cinema-teatro “Alberto Sordi” di Ostra Vetere, in Piazza della Libertà, con il debutto de “La Tempesta” firmata dal celebre drammaturgo inglese. Uno spettacolo che vede in scena un cast di undici attori, molti dei quali appena diplomati alla scuola biennale del Teatro Stabile delle Marche, ed altri invece recentemente usciti dalla scuola di recitazione di Falconara Marittima.

In ordine sono: Gabriele Bonafoni, Bruno Santochirico, Mariangela Zenobi, Luca Carassi, Laura Pettinelli, Alessio Morbidoni, Luigi Sfredda, Vittorio Ramini, Alfonso Brigidi, Marina Bernard e Gloria Santilli. La regia estremamente rigorosa, e particolarmente accurata, è di Mario Gallo.

L’adattamento teatrale de “La Tempesta” di Shakespeare risolve, in parte, il linguaggio poetico “antico” che Shakespeare ha usato per la drammaturgia.

L’intenzione della messa in scena è quella di non distorcere i contenuti sociali, politici e culturali che il drammaturgo sottolinea nella narrazione, ma anzi tende a facilitarne la visione attraverso la contemporaneità della forma, che identifica Prospero (uno dei personaggi) come elemento metaforico tra finzione e realtà, metateatro e arte dei comici . La vita nella vita (come Shakespeare intende il suo percorso di uomo e di drammaturgo) colma di bene e di male, di sfumature sottese a ogni battuta, per farci capire che la poesia appartiene ai vivi e non alla memoria del tempo passato.

Una Tempesta di significati e di segni contrari guidata da un capocomico (Prospero), attore, autore, scenografo e costumista, che organizza lo spazio scenico con l’obiettivo di spingere i propri attori a rappresentare le verità intime degli uomini grandi, tramite il gioco serio dei bambini piccoli.

L’ingresso allo spettacolo è di € 5 con possibilità di prenotazione presso il Comune di Ostra Vetere oppure presso l’Associazione “Iride”. Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21,30, con prevendita dei biglietti nella sala-cinema a partire dalle ore 18 il giorno stesso degli spettacoli presso la stessa sala cinema-teatro.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 marzo 2007 - 2196 letture

In questo articolo si parla di teatro, redazione, comune di ostra vetere