Corinaldo: assemblea pubblica sul tema della Adsl

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’Amministrazione Comunale organizza per giovedì 1° febbraio, alle ore 21.00, presso la Sala Grande del Palazzo Municipale, un’assemblea pubblica nel corso della quale verrà affrontato il tema “ADSL a Corinaldo”.

dal Comune di Corinaldo
www.comune.corinaldo.an.it


Sarà l’occasione, dichiara il vice sindaco Emilio Pierantognetti, per informare i corinaldesi delle importanti novità che si profilano per l’ormai indispensabile collegamento veloce ad internet e per la presentazione del servizio denominato “PROGETTOA9.WIRELESS”, messo a punto dalla società S.I.C.1 S.r.l. di Chiaravalle. Verranno illustrati: il progetto, le tecnologie impiegate ed i servizi utilizzabili.

La società SIC1 S.r.l., a capitale interamente pubblico e della quale il Comune di Corinaldo è socio dal giugno scorso, già da un anno ha iniziato una progettazione, che mira al trasporto ed alla distribuzione di Banda Larga, tramite tecnologie Wireless (WiFi ed HiperLan). Il progetto Wireless ha come scopo quello di consentire ai cittadini delle Pubbliche Amministrazioni, socie di SIC1, la connessione ad internet con caratteristiche e costi pari a quelli propri all’ADSL al fine di fornire uno strumento valido per l’accesso a servizi sul WEB, sia per il normale svolgimento e la naturale crescita delle numerose attività produttive dei territori interessati che per i privati cittadini.

Il progetto si basa sulla realizzazione di più dorsali in tecnologia HiperLan (5.4 GHz - 1.0 Watt) costituite da una successione di links punto-punto. Dal link del Comune viene poi effettuata una prima distribuzione della banda larga sul territorio, volta alla copertura delle esigenze riscontrate. Al crescere della domanda di connettività del territorio, la copertura verrà rinforzata ed ampliata.

La prima diffusione di Banda prevede una disponibilità di 4 Mb per ogni singolo Comune e la realizzazione di Hot Spotting per la connettività in aree pubbliche. Al fine di sottolineare l’interesse del Comune nel rendere operativo il progetto, sarà l’Ente stesso a distribuire e raccogliere le adesioni degli utenti interessati. La P.A. non è obbligata a sostenere alcun costo per la realizzazione del progetto. E’ importante, comunque, sottolineare che per accendere l’impianto, o aggiungere il Comune alla dorsale progettata, è necessario raggiungere un minimo di 30 utenze. I links e gli apparati di diffusione vengono preferibilmente installati su strutture pubbliche, in coerenza con la valenza del progetto, che pertanto debbono essere messe a disposizione del Comune interessato.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 gennaio 2007 - 3281 letture

In questo articolo si parla di comune di corinaldo


Anonimo

01 febbraio, 20:49
Guarda che l'installazione della rete semmai è in ritardo, doveva essere operativa già dal mese di gennaio.<br />
<br />
--GigaB

Anonimo

31 gennaio, 17:10
Non facciamo sempre i complottisti, il progetto riguarda tutti i comuni della vallata e se solo adesso si sta attivando non centra niente con le elezioni di Corinaldo.<br />
<br />
<br />
<br />
--gip

Anonimo

30 gennaio, 23:28
E' iniziata la campagna elettorale e ci vogliono rifilare la solita lezione, da cinque anni aspettiamo e chissà perchè arriva proprio adesso...<br />
E finalmente Pierantognetti esce allo scoperto...<br />
<br />
--paolo




logoEV