Bilancio 2007: primo ''round'' in Consiglio Comunale

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Primo round ieri sera per il bilancio di previsione 2007, approdato in Consiglio Comunale per l'approvazione finale.



Ieri è stata la volta della presentazione dell'assessore al bilancio Michelangelo Guzzonato e del relativo dibattito in aula mentre oggi sarà la volta della presentazione di tutti gli emendamenti.

Occhi puntati tutti sul tanto discusso aumento dell'addizionale Irpef e soprattuto della soglia di esenzione per le fasce di reddito più deboli. La Giunta conferma l'emendamento per estendere la no tax area dall'Irpef, come voluto da Rifondazione Comunista, dalla soglia inizialmente fissata a 10 mila euro di reddito ai 12 mila euro. Una decisione che se da un lato ha fatto rientrare il pericolo di un braccio di ferro in aula con Rc, dall'altro ha ribadito la condanna più severa da parte dell'opposizione che giudica la manovra sull'addizionale Irpef “una presa in giro”. E non a caso le due liste civiche rappresentate da Vincenzo Savini e da Fabrizio Marcantoni hanno presentato due emendamenti (che saranno discussi oggi) per introdurre una progressività nell'applicazione dell'addizionale Irpef.

Dubbi sull'applicazione della no tax area sono stati sollevati però anche dai banchi della maggioranza, con il consigliere Ds Mauro Gaggiottini che ha giudicato “discriminante esonerare dall'addizionale Irpef i redditi fino a 12 mila euro e far pagare invece chi guadagna 12 mila e un solo euro in più”. A sostenere le ragioni della Giunta sull'aumento dell'addizionale Irpef, che passa dallo 0,2 allo 0,4, con una no tax area per i redditi fino a 12 mila euro, è stato l'assessore al bilancio.

“L'addizionale Irpef, nonostante il lieve aumento, resta per il Comune di Senigallia tra le più basse della regione -sostiene Michelangelo Guzzonato- con un apposito emendamento che la Giunta presenterà domani (oggi ndr) sarà anche elevata anche la soglia di esenzione dal pagamento totale per i redditi fino a 12 mila euro. Uno scudo che ci consente di proteggere le pensioni e i redditi fino a 850 euro netti mensili. Tradotto in numeri significa che su 24 mila cittadini che pagano l'Irpef, lo scudo di 12 mila euro annuo, esenta un terzo dei contribuenti al pagamento totale dell'addizionale Irpef, pari a circa 8 mila 500 cittadini. Sulla questione sollevata dal consigliere Gaggiottine, poi, purtroppo non ci è possibile in alcun modo applicare un concetto di progressività dell'addizionale e questo non ci lascia altra via d'uscita. Sul fronte delle entrate non sono toccate le tariffe dei servizi a domanda individuale, che restano invariate, con l'unica eccezione rappresentata dalla Tarsu che aumenterà solo per le categorie che producono più rifiuti e che ci consentirà un introito generale di 114 mila euro”.

Guzzonato conferma anche il blocco dell'Ici sulla prima casa al 4.3 per mille e la riduzione dell'Ici sulla seconda casa affittata a canone dallo 0,3 allo 0,1 per mille. Aumentano invece alcune tariffe per servizi come quelle del Mattatoio comunale, che aumentano del 10%, e il noleggio delle attrezzature del Comune, che crescono del 2%. Il bilancio 2007 introduce novità anche sul fronte della pubblicità. Un nuovo regolamento infatti obbligherà al pagamento della tassa comunale i furgoni con i teloni pubblicitari che vengono lasciati in sosta sul territorio comunale mentre ne saranno esenti i mezzi che si limitano a transitare sul territorio. Dopo la discussione preliminare sul bilancio 2007, terminata ieri sera alle 23.30, il consiglio riprenderà oggi alle 17 con la presentazione e votazione degli emendamenti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 gennaio 2007 - 2037 letture

In questo articolo si parla di penelope pitti, bilancio





logoEV
logoEV