Associazione Multietnica: infondate le accuse di Roberto Paradisi

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
L’Associazione stranieri multietnica di Senigallia apprende con stupore misto ad indignazione le recenti dichiarazioni del Consigliere comunale Roberto Paradisi, comparse su “Il Resto del Carlino” e su “Vivere Senigallia” e che solidarizzano nei confronti del Consigliere aggiunto Michaela Rodica riguardo a presunti attacchi da parte di questa Associazione.
Indignazione dovuta alla falsità delle accuse , che sono l’espressione di una disinformazione totale.

da Mohamed Malih
per il COnsiglio direttivo dell'Associazione Multietnica


Afferma infatti il Paradisi che la Rodica “viene periodicamente attaccata da alcuni rappresentanti della comunità islamica senigalliese” e tra questi annovera “il segretario dell’associazione straniera “Multietnica” Mohamed Malih che è arrivato a chiederne le dimissioni con una motivazione che desta sconcerto. Secondo il rappresentante dell’associazione “Multietnica”, associazione fin troppo favorita fino ad oggi dall’Amministrazione comunale, il consigliere rumeno Mihaela Rodica Rujiiu dovrebbe farsi da parte per il fatto che la Romania è entrata a far parte dell’Unione Europea”.

Il Consigliere Paradisi non sa che:
  1. La comunità islamica senigalliese e l’Associazione Stranieri Multietnica sono due cose assolutamente diverse, essendo quest’ultima, fondata nel 1990 quando non esistevano a Senigallia comunità islamiche, rigorosamente apolitica e aconfessionale, aperta a italiani e stranieri , “indipendentemente dalla loro ideologia politica o religiosa” (art.3 dello Statuto).
  2. Il segretario Mohamed Malih non ha mai chiesto le dimissioni della Rodica dal Consiglio Comunale.
  3. Il Consiglio Direttivo dell’Associazione stranieri multietnica è ben contento che la Romania sia entrata nell’Unione Europea e che cittadini rumeni continuino a far parte del Consiglio comunale di Senigallia.
  4. Se un socio dell’Associazione esprime a titolo personale un’opinione diversa da quella del Consiglio Direttivo, è libero di farlo, perché l’Associazione è un luogo di libero confronto tra idee diverse, proprio il contrario dell’ex-regime comunista della Romania, di cui il Paradisi ci crede simpatizzanti.
Va infine detto con chiarezza che l’Associazione ha sempre dialogato civilmente con le istituzioni ed in particolare con le Amministrazioni comunali che si sono succedute dal 1990 ad oggi (anche con la giunta di centro-destra presieduta dal Sindaco Marcantoni!), senza mai rinunciare alla propria libertà di giudizio.

Se questo significa essere fin troppo favoriti, il Consigliere Roberto Paradisi è invitato a dimostrarlo con esempi concreti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 gennaio 2007 - 3087 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, malih mohamed, associazione multietnica, mihaela rodica rujiiu


Mbuto

28 gennaio, 22:46
Solo per completezza d'informazione riporto " L’ultimo attacco alla collega ( collega di Paradisi naturalmente, Mihaela Rodica Rujoiu) ... portato frontalmente dal segretario dell’associazione straniera “Multietnica” Mohamed Malihlì". A quello che risulta a me è anche l'unico, ma ovviamente potrei sbagliarmi. <br />
L'esatta citazione delle sue parole virgolettate nell'articolo del Resto del Carlino del 23 gennaio è la seguente: <br />
<br />
"La Romania è entrata nell'Unione Europea - rimarca Malih - e questo ha d'improvviso cambiato identità a molte persone che, da extracomunitari, ora sono diventati cittadini europei. L'unica rumena non contenta per questo cambiamento è forse la nostra consigliera aggiunta che dovrà misurarsi con il primo vero ostacolo della sua carriera politica".<br />
<br />
Tutto qui.<br />