Castelleone: è scontro sulle indennità di posizione

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il Movimento “Insieme per Castelleone” ed i Consiglieri di minoranza hanno inviato al Sindaco di Castelleone di Suasa e per norma, a tutti i Consiglieri di Maggioranza ed alle OO.SS. di Cgil-Cisl-Uil, una nota di sollecito sulla contestatissima rideterminazione dell’indennità di posizione ad uno solo dei tre responsabili di area del nostro Comune, prevista con la deliberazione della G.C. n. 59 del 7.6.2006 e relativo Decreto del sindaco n. 6 del 14.7.2006, in quanto nessun provvedimento è stato preso né alcuna comunicazione è giunta ai sottoscrittori dopo la nota del 30/10/2006.

da Insieme per Castelleone


Con la comunicazione in questione si sollecitava una doverosa soluzione dell’incresciosa e discriminatoria situazione e quindi, si auspicava un riesame di tutta la questione che, a ns. parere, non può essere né lasciata irrisolta né tanto meno essere giustificata in quanto fortemente lesiva della dignità e professionalità degli altri responsabili di area, e anche degli stessi interessi del Comune e della popolazione tutta.

E’ stato fatto notare anche, tra l’altro, che non è stato rispettato l’art. 51 del Regolamento Comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale, l’art. 18bis dello Statuto Comunale ed il 3° comma dell’art. 43 del D.Lgs. del 18/08/2000, n. 267, che prevedono in gg. 30 il tempo utile per una risposta ad ogni istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri.

Il Movimento “Insieme per Castelleone” ed i Consiglieri di minoranza, pertanto, hanno voluto segnalare con questa nuova missiva che se entro breve tempo, non si provvederà ad un riesame dell’intera vicenda, porteranno il dibattito nelle sedi dovute inviando anche una segnalazione alla Corte dei Conti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 gennaio 2007 - 2341 letture

In questo articolo si parla di insieme per castelleone