Veglia ecumenica in Cattedrale

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Giovedì 18 gennaio, inizia la Settimana di Preghiera per l’Unità dei cristiani che fino al 25 Gennaio promuove in tutto il mondo la sensibilità ecumenica

dalla Diocesi di Senigallia


In particolare, giovedì 18, alle 21 la Cattedrale di Senigallia ospiterà una ‘Veglia ecumenica’ che vedrà raccolti in preghiera cattolici, comunità evangeliche, protestanti e ortodosse del nostro territorio. E’ proprio questo "ecumenismo di base", quello che coinvolge e impegna di più la chiesa senigalliese: anche grazie all’immigrazione aumentano le diverse confessioni cristiane nelle nostre città e paesi. E la comune fede nel Signore Gesù spinge i cristiani a vivere questa settimana con particolare intensità, nella speranza che queste occasioni di incontro e preghiera diventino stile, modalità ordinaria di relazioni e incontro.

A questo proposito è utile ricordare che la parrocchia di San Martino, nel centro storico di Senigallia, da tempo vuole essere punto di riferimento per i cristiani presenti in città e provenienti da diverse parti del mondo. In particolare, ogni seconda domenica del mese, alle 15 c’è una celebrazione per i fedeli di religione cristiana ortodossa; ogni terza domenica del mese, alle 16, la chiesa accoglie i cattolici africani, specialmente nigeriani. I testi e le liturgie vengono ogni anno scelti da gruppi ecumenici di paesi diversi. Il materiale di quest’anno (sul tema “Fa sentire i sordi, fa parlare i muti”, Marco 7, 31-37) proviene da un gruppo di cristiani - di diverse confessioni - di una zona del Sudafrica in cui circa il 50% della popolazione è colpita dall’Aids. Ciò che rende più difficile un aiuto concreto è il muro di silenzio che avvolge tale situazione e che impedisce alle vittime di parlare e a noi di udire il loro grido.

Il Vangelo scelto per la Settimana di Preghiera ci invita a rompere questo silenzio, a far sentire il grido degli emarginati. Pregare insieme fra credenti di diverse confessioni diviene così un farsi carico delle sofferenze altrui rompendo il silenzio e accogliendo la testimonianza di fratelli uniti a noi dalla stessa fede. Un grande avvenimento poi attende i cristiani in quest’anno 2007: a Sibiu, in Romania, dal 4 al 9 settembre si terrà la terza Assemblea Ecumenica Europea. Dopo gli appuntamenti di Basilea (1989) e di Graz (1997) questo terzo incontro si propone di rinnovare e rafforzare il modo di intendere e vivere il rapporto fra le Chiese.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 gennaio 2007 - 1816 letture

In questo articolo si parla di diocesi