Corinaldo: sul palco del teatro Goldoni il batterista Ari Hoenig

3' di lettura 30/11/-0001 -
E’ sicuramente un appuntamento che gli appassionati di jazz non potranno mancare quello proposto a Corinaldo nella splendida cornice medievale del teatro Goldoni. L’evento è patrocinato dal Comune di Corinaldo, dall’associazione Pro-loco ed organizzato dalla associazione culturale "Round Jazz" in collaborazione con Teatro Time.

da Pro-loco Corinaldo


E’ il primo dei due concerti Jazz all’interno del ricco programma del teatro Goldoni e non a caso è stato immediatamente battezzato col nome di Corinaldo Jazz winter con la speranza che sia di buon auspicio per una futura e più consistente programmazione jazz invernale. Sabato 16 dicembre alle ore 21,15 salirà sul palco il batterista Ari Hoenig con il suo trio composto da Jean Michel Pilc al pianoforte e da J. Weidenmueller al contrabbasso.

Ari Hoenig è uno dei batteristi più innovativi e completi apparsi sulla scena musicale jazzistica negli ultimi anni. Nativo di Philadelphia, si è affermato nella scena di New York grazie alle sue eccezionali doti tecniche le quali, abbinate ad una concezione profonda e innovativa del ruolo del proprio strumento e una visione musicale onnicomprensiva e futuribile, lo hanno portato a suonare con musicisti del valore di Kenny Werner, del cui trio è da anni elemento imprescindibile, Chris Potter, con il cui gruppo è stato di recente in tour anche in Italia e prima ancora con Joe Lovano, Gerry Mulligan, Pat Metheny, Dave Holland, Wynton Marsalis, Joshua Redman. Con la sua ricerca Hoenig sta contribuendo a ridefinire il ruolo della batteria nel jazz, portandola su un piano assolutamente paritario con gli altri strumenti, costruendo la propria individualità a partire dall’incredibile varietà di suoni che compongono il suo spettro sonoro, che gli consentono di mescolarsi in maniera inscindibile con tutti gli elementi melodici, ritmici e timbrici che costituiscono la tessitura di un brano e il suo svolgimento narrativo.

Questo formidabile trio è completato da due straordinari musicisti che da tempo sono collaboratori abituale di Hoenig, ossia il pianista Jean Michel Pilc, francese ma residente da diversi anni a New York, ove collabora stabilmente, tra gli altri, con Roy Haynes, Michael Brecker, Dave Liebman, Kenny Garrett, Lenny White, Chris Potter e John Abercrombie, e dal contrabbassista Johannes Weidenmueller, compagno di Hoenig in lunghi anni di militanza nel trio di Kenny Werner, che ha inoltre collaborato tra gli altri con Joe Chambers, Jeff Hirshfield, Rick Margitza.

Al termine del concerto, come ormai tradizione, la serata proseguirà con una jam session fino all’alba organizzata nel pub “I 9 Tarocchi” adiacente al teatro Goldoni. Per informazioni e prenotazioni: 071/679047; 333 2527862 oppure inviare una email: corinaldojazz@libero.it. L’ingresso è di soli 10 Euro ed i posti sono numerati.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2006 - 2270 letture

In questo articolo si parla di corinaldo