Niente più doppio senso di marcia sul lungomare

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Tramonta l'ipotesi dell'introduzione del doppio senso di marcia sul lungomare Alighieri nei mesi invernali. La commissione consiliare, chiamata a valutare il progetto elaborato dall'assessorato alla mobilità, decide di lasciar perdere e stavolta maggioranza e opposizione sono d'accordo.



La soluzione prospettata non piace tecnicamente all'opposizione (che in Consiglio comunale aveva presentato un ordine del giorno per l'introduzione del doppio senso di marcia su tutto il lungo mare Alighieri nei mesi invernali) né alla maggioranza stessa (da sempre contraria al provvedimento ma per la quale l'assessore Simone Ceresoni si era impegnato a presentare una proposta). Un intervento da 94 mila euro ogni inverno per introdurre il doppio senso di marcia soltanto su un tratto di lungomare Alighieri non vale la pena.

“Fermo restando che ogni cambiamento temporaneo non può prescindere dalla certezza e dalla sicurezza della viabilità per gli utenti, l'ipotesi che prevede la minor spesa possibile sul lungomare di levante è quella che prevede il senso unico, in direzione nord-sud, da piazzale della Libertà al Ponte Rosso, l'introduzione del doppio senso fino ai campi da tennis, il senso unico ancora tra l'istituto Palazzolo e l'hotel Excelsior, e il doppio senso di marcia dall'hotel al sottopasso del Ciarnin -ha spiegato l'assessore alla mobilità Simone Ceresoni- questa ipotesi prevede l'utilizzo di isole spartitraffico, barriere new jersey in cemento per delimitare la pista ciclabili e segnali luminosi in led. Non è invece pensabile l'introduzione del doppio senso nel tratto tra la Rotonda e il Ponte Rosso per la presenza dalla pista ciclabile che, ho già ribadito in più occasione, non si tocca, né politicamente, né tecnicamente. Non è praticabile neanche la proposta fatta dall'opposizione di cancellare i parcheggi blu d'inverno per guadagnare spazio sulla carreggiata perchè l'operazione sarebbe troppo costosa. Io mi sono fatto carico, su istanza dell'opposizione, di studiare una possibilità per l'introduzione in inverno del doppio senso sul lungomare Alighieri ma francamente occorre valutare se i costi, pari a 94 mila euro, e l'organizzazione necessari giustificano la priorità di un tale provvedimento”.

La risposta dei commissari, da destra a sinistra, è stata unanime anche se per motivazioni diverse. Per Alessandro Cicconi Massi, di Forza Italia, “lasciare a senso unico il tratto tra piazzale della Libertà e il Ponte Rosso farebbe perdere di significato l'intero provvedimento e un doppio senso così frammentato non servirebbe ad alleggerire il traffico dalla statale”, così come per i consiglieri di minoranza Vincenzo Savini, Fiore Bittoni e Gabriele Cameruccio, non “c'è volontà politica da parte dell'Amministrazione di considerare seriamente l'introduzione del doppio senso sul lungomare”.

Per la maggioranza, contraria al cambio della viabilità sul lungomare, non serve l'introduzione del doppio senso sul lungomare per alleggerire il traffico dalla statale che potrebbe invece trovare giovamento studiando strategie di ottimizzazione della strada delle Saline, in direzione sud-nord, verso il centro cittadino.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 dicembre 2006 - 2232 letture

In questo articolo si parla di penelope pitti, viabilità, lungomare


Brontolone42

05 dicembre, 16:34
Visto che maggioranza ed opposizione questa volta sono tutti d'accordo, mi auguro che su questo argomento non ci si debba tornare a discutere alla fine della prossima estate.<br />
Però il problema della viabilità non è così risolto, neppure ottimizzando la stada delle Saline, quindi si dovrà continuare a studiare altre soluzioni.<br />
Il potenziamento della ferrovia con corse nei "tempi morti" del transito dei treni delle FS al momento, penso, sia l'unica cosa da fare.<br />
<br />
Franco Giannini<br />

Anonimo

05 dicembre, 08:33
Secondo me l'assessore Ceresoni da buon attore post-democristiano ha solo fatto finta di voler re-introdurre il doppio senso almeno in parte. I provvedimenti si possono predisporre e presentare per ottenere vari risultati: se si vuol essere bocciati basta non essere convincenti. Assessore, per favore, non prenda in giro nessuno!<br />
<br />
--vecchietto

Anonimo

05 dicembre, 03:10
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

05 dicembre, 03:15
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV
logoEV