Anche il vescono Orlandoni interviene sulla crisi della ex Scac

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Sulla vicenda della chiusura dello stabilimento Sica, ex Scac, del Cesano interviene anche il vescovo di Senigallia mons. Giuseppe Orlandoni.

da Mons. Giuseppe Orlandoni
vescovo di Senigallia


Raggiunto a Verona, dove sto prendendo parte al IV Convegno della Chiesa italiana, dalle gravi notizie relative allo stabilimento ex-Scac di Cesano di Senigallia, esprimo la mia forte vicinanza ai lavoratori, alle famiglie, all’intera città di Senigallia, colpita da una nuova emergenza occupazionale.

Mi auguro che ogni azione si ritenga utile intraprendere per affrontare questa crisi vada nel segno della salvaguardia dei posti di lavoro e della solidarietà sociale. Esprimo, inoltre, la mia personale vicinanza a tutti coloro, Sindaco, Giunta, Consiglio Comunale, Sindacati e società civile, che stanno adoperandosi per tutelare i diritti dei lavoratori e il bene comune nel nostro territorio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 ottobre 2006 - 1697 letture

In questo articolo si parla di giuseppe orlandoni, scac