Ostra Vetere: deliberata l'istituzione della Consulta del Volontariato

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il consiglio comunale di Ostra Vetere, su proposta del Sindaco Massimo Bello e dell’Assessore alle Politiche sociali Astra Saturni, ha deliberato l’istituzione della Consulta del Volontariato e ne ha approvato il suo regolamento.



Il provvedimento, approvato all’unanimità dai consiglieri comunali, nasce dalla forte esigenza di riconoscere non solo l’importanza del volontariato quale presenza attiva nel territorio comunale, ma anche per dare una ulteriore risposta ala comunità, stabilendo una più stretta collaborazione tra il settore pubblico ed il volontariato.

La Consulta del Volontariato ha il compito di favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione comunale ed il settore del volontariato rispetto ai bisogni emergenti nel territorio comunale ed i relativi interventi; di favorire la collaborazione tra le iniziative pubbliche e quelle del volontariato, in particolare quelle finalizzate ad attività di formazione ed aggiornamento; di proporre iniziative pubbliche, convegni e dibattiti, ricerche in materia socio-sanitaria-assistenziale e di promozione del volontariato tra i giovani.

La Consulta può essere chiamata anche ad esprimere il proprio parere sui bilanci preventivi annuali predisposti dall’Amministrazione comunale, con particolare riferimento ai capitoli di spesa in materia socio-sanitario-assistenziale, sui progetti annuali e pluriennali concernenti la stessa materia, sulle convenzioni ed i protocolli d’intesa tra le Associazioni di volontariato ed il Comune.

Il presidente della Consulta è eletto al suo interno tra i rappresentanti delle Associazioni di volontariato e dura in carica un anno; egli rappresenta la Consulta e ne convoca l’Assemblea quale organo generale della Consulta, oltre alla presenza dei Gruppi di lavoro, che esaminano e valutano questioni particolari attinenti sempre al settore del sociale e del volontariato. Ai lavori dell’Assemblea partecipano, inoltre, il Sindaco, l’Assessore alle Politiche sociale e due Consiglieri comunali.

Le ragioni che hanno indotto l’Assessorato alle Politiche sociali ad istituire la Consulta del Volontariato risiedono nei principi di partecipazione e solidarietà, attraverso cui la Consulta analizza e verifica, insieme all’Amministrazione comunale, il bisogno sociale e le risposte pubbliche e private esistenti nel territorio al fine di programmarne anche delle nuove.

La Consulta è un organo di partecipazione dei cittadini, riuniti in Associazioni di volontariato, alla vita amministrativa e costituisce un luogo stabile di consultazione delle Associazioni stesse liberamente costituitesi nel paese e riconosciute ai sensi della legge regionale n. 48/1995 e della legge nazionale n. 266/1991.

“La Consulta – ha detto il Sindaco Bello e l’Assessore Saturni – si propone il coordinamento delle iniziative e dei servizi sociali attraverso una collaborazione tra istituzione e volontariato al fine di rendere incisiva la risposta ai bisogni sociali, nel rispetto dell’autonomia e della competenza di ogni soggetto che vi partecipa.”





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 ottobre 2006 - 1591 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere





logoEV