Senigallia e i suoi afficionados

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La città di Senigallia vede crescere il numero dei turisti afficionados che nel corso degli anni continuano a trascorrere le loro vacanze estive sulla spiaggia di velluto e dintorni.

di Morena Bartolacci
redazione@viveresenigallia.it


Ogni anno il comune di Senigallia premia in segno di riconoscimento l'attaccamento dei turisti più affezionati alla nostra città e al nostro territorio.

Ad essere premiate prossimamente saranno due famiglie, una milanese e l'altra romana, che da circa 40 anni mostrano il loro affetto e la loro fedeltà alla città di Senigallia.

La prima famiglia è originaria di Ornago, un paesino di circa tremila abitanti in provincia di Milano, e la sua storia a Senigallia ha inizio 37 anni fa, quando il capostipite, Oggionni Angelo, oggi ottantaseienne, ha deciso di passare le sue vacanze a Senigallia insieme a sua moglie e ai suoi quattro figli e per l'occasione decise di soggiornare nella Pensione Stella, costruita proprio in quello stesso anno.

Da allora - era l'ormai lontano 1969 - la famiglia Oggionni si è allargata, e oggi tra figli e nipoti, gli elementi che la costituiscono sono diventati 20, attualmente tutti in soggiorno sulla nostra spiaggia.

I membri di questa famiglia hanno poi esteso la voce sulla bellezza della nostra zona anche ad altri abitanti di Ornago, così che - dice Leonardo Barucca, proprietario dell'Albergo Stella - "molti abitanti di quella cittadina, circa l'80%, sono giunti nel tempo nel nostro albergo e quindi sull'accogliente suolo senigalliese".

Per quanto riguarda, invece, l'altra famiglia, il suo capostipite è Rolando Rizza, un signore sugli ottanta anni che insieme al figlio cinquantenne Valter è da circa 40- 45 anni che trascorre le sue vacanze nel nostro comune. Un personaggio ormai conosciuto da molti albergatori della nostra zona e che ha mostrato palesemente il suo attaccamento per la nostra città e che, per questo, sarà premiato prossimamente dal nostro sindaco.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 agosto 2006 - 2853 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, turismo


Smile

12 agosto, 16:06
Sì, ho visto... E' ti dirò che la cosa mi spaventa non poco. Ci sto riflettendo. Poi magari uno di questi giorni se vuoi ne discutiamo...<br />
<br />
Dovrebbe scrivere qualcosa il nostro amico mediatore culturale, tanto per darci il via... Chissà se lo farà?

Anonimo

12 agosto, 16:11
Bah... con tutto il rispetto, venire per 40 anni di fila in vacanza a Senigallia vuol dire proprio aver perso tempo.<br />
Ci sono milioni di posti migliori di questo!<br />
<br />
--doggy

melgaco

12 agosto, 16:19
Io diffido di tutti. Anche di lui.<br />
Penso che questo sia l'atteggiamento giusto visto il fallimento totale, e dimostrato dai fatti, della politica dell'integrazione.<br />
Capisco che in questa maniera si rischi di buttare il bambino insieme all'acqua sporca ma purtroppo non possiamo permetterci di rischiare.

Smile

12 agosto, 16:28
E mi spaventa così tanto che ho anche messo un accento di troppo sulla "E"...

Smile

12 agosto, 16:32
La questione è che non mi va di diventare diffidente "a prescindere"... Non è nella mia natura e non vorrei cambiare. (però, di staggiatine sui denti ne ho prese non poche per questa mio essere fiduciosa... Forse sono una cretina e non lo so)

Smile

12 agosto, 15:42
E' la seconda che hai detto...

melgaco

12 agosto, 15:59
Non so se hai notato che anche stavolta gli attentatori di Londra bloccati in tempo erano tutti cittadini britannici perfettamente "integrati"...e non so se hai notato che lì i servizi segreti li fanno lavorare. Non li mettono in galera.<br />
<br />
Noi non amiamo quello che siamo. E questo ci rovinerà.

Smile

12 agosto, 14:51
Giannini, grazie per gli apprezzamenti...!!! Fanno sempre piacere...

melgaco

12 agosto, 15:37
Non concordo con Smile. Se passasse la sua idea tra 30 anni vedremo un sindaco premiare un marocchino (sempre che non sia marocchino già il sindaco)

Brontolone42

12 agosto, 09:58
Cara Smile,<br />
penso che ti arriverà prima un premio da Veltroni, per lo scampato pericolo.<br />
Trovarsi una attenta, obiettiva e sanguigna osservatrice, quale sei, a qualcuno può sempre dare fastidio.<br />
Ma guarda che anch'io sono in attesa di tale premio: Una romana ed un anconetano (da 34 anni fuori di casa) a cui stanno a cuore i problemi di Senigallia!!!<br />
Un caro saluto ( Come vedi ti do del Tu)<br />
<br />
Franco Giannini

Smile

12 agosto, 10:07
...e se fondassimo un "Club delle Mogli"? Le tante ex-ragazze "castigate" dalla magia della Spiaggia di Velluto o di quelle di Portonovo e Sirolo?<br />
<br />
Che ne dici? Tua moglie si iscriverebbe?

Smile

12 agosto, 09:32
...hai ragione. Sono anch'io convinta che prima o poi gli verrà in mente...!!! <br />
<br />
Attendo fiduciosa.

Smile

11 agosto, 22:47
...per chi è venuta in vacanza a Senigallia fin da appena nata, da un senigalliese s'è fatta impalmare giovincella e da allora qui paga le tasse (e dunque anche i gettoni di presenza del consigliere Paradisi) manco una coppetta di metallo cromato? <br />
<br />
Anche le tante mogli degli autoctoni andrebbero premiate!!!<br />
<br />

Anonimo

11 agosto, 23:19
concordo pienamente Smile.<br />
aspettiamo fiduciosi un'iniziativa del consigliere Paradisi in tal senso<br />
<br />
--leo barucca




logoEV