Festival Internazionale Organistico: Bianchi emoziona il pubblico

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Andrea Bianchi emoziona il pubblico eseguendo partiture di autori contemporanei e l’omaggio appassionato a Robert Schumann nel 150° dalla morte. Anche il penultimo appuntamento del “Festival Internazionale Organistico Città di Senigallia” conferma l’altissima qualità del cartellone allestito da Federica Iannella.

da Festival Internazionale Organistico


Un concerto sentito ed emozionante quello del maestro Alessandro Bianchi, ospite del penultimo appuntamento con il “Festival Internazionale Organistico Città di Senigallia” (giovedì scorso).
Nella gremita chiesa di Santa Maria della Neve il pubblico ha potuto apprezzare il grande organista, tra i più attivi in Italia e all’estero.
Ha tenuto oltre milleduecento concerti, presentandosi sempre come solista e partecipando ai maggiori Festivals Organistici Internazionali ed esibendosi nelle più grandi Cattedrali e Sale da Concerto in Italia, Città del Vaticano, Svizzera, Germania, Francia, Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda, Austria, Spagna, Baleari, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Belgio, Olanda, Russia, Repubblica Ceca, Polonia, Ungheria, Romania, USA, Messico, Brasile, Argentina, Uruguay, Hong Kong. Ancora un nome di grande prestigio dunque per il festival di Senigallia diretto magistralmente da Federica Iannella da ben cinque edizioni.

Il programma della serata di Bianchi ha consentito al folto pubblico presente di ascoltare partiture di autori ancora viventi che difficilmente vengono inserite in scaletta. Una scelta apprezzata da chi si avvicina alla musica con la consapevolezza che il passato non è per forza migliore del presente e che la musica colta del Novecento ha diritto e bisogno di una maggiore diffusione e occasioni d’ascolto come quella appena trascorsa all’Organo Pinchi della Chiesa del Portone.

Questo il programma eseguito dal maestro Bianchi: Imre Sulyok (1912) Te Deum, Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Fantasia in re KV 397, Rudolf Lassel (1861-1918) Fantasia sul corale “Ein feste Burg”, poi l’omaggio all’appassionato Robert Schumann (1810-1856)nel 150° dalla morte con l’esecuzione della Fuga sul nome B.A.C.H. op. 60 N°3, a seguire Denis Bedard (1950) Suite du premier ton: - Plein Jeu - Dialogue - Recit - Grand Jeu, Mons L. Takle (1942) Blues Toccata, Jean Alain (1911-1940) Variazioni su un tema di Clement Mannequin, Kjell Mork Karlsen (1947) Sinfonia III op. 116 “Antiqua”: Fantasia - Cantilena - Toccata antiqua, Jean Langlais (1907-1991) Incantation pour un Jour Saint.

Il prossimo ed ultimo appuntamento con la quinta edizione del Festival Internazionale Organistico Città di Senigallia è per venerdì 18 agosto con il maestro Andrea Macinanti. Il festival è promosso dalla Parrocchia di Santa Maria della Neve con il contributo del Comune di Senigallia Assessorato alla Cultura e il patrocinio della Provincia di Ancona e della Regione Marche, oltre ad alcuni sponsor privati. Presidente del Comitato Organizzatore del Festival è Leopoldo Uccellini, Cavaliere di Gran Croce. Responsabile del progetto è Don Giuseppe Bartera. Info organsenigallia.com





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 agosto 2006 - 1817 letture

In questo articolo si parla di festival organistico





logoEV