Ostra Vetere: come cambia la gestione dei rifiuti

4' di lettura 30/11/-0001 -
Come cambia la gestione dei rifiuti alla luce del Decreto Ronchi del 1997 e della Legge regionale n. 28 del 1999? A cosa sono chiamati i cittadini e le famiglie di fronte agli indirizzi dettati dal Piano provinciale di gestione dei rifiuti e dalla gestione associata dei rifiuti coordinata dal Consorzio obbligatorio “Cir33 Vallesina-Misa”? Come si può migliorare il nostro ambiente? Quale cambiamento radicale richiede la nuova politica di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti nel nostro Comune ed in quelli associati nel Consorzio Cir33? Come cambia la partecipazione di tutti i cittadini al nuovo servizio di gestione dei rifiuti?



Domande precise, a cui occorre dare risposte precise. Il Comune di Ostra Vetere, attraverso il suo Assessorato alle Politiche Ambientali, ed il Cir33, il Consorzio obbligatorio che sta coordinando una campagna di sensibilizzazione e di informazione in tutti i Comuni aderenti, hanno presentato il progetto per la riorganizzazione delle modalità di gestione dei rifiuti urbani ed il Piano di Bacino del Consorzio Cir33 relativo al territorio di Ostra Vetere.

L’Amministrazione comunale di Ostra Vetere contestualmente all’avvio della nuova politica di gestione dei rifiuti formulata dal Cir 33 - il Consorzio obbligatorio che coordinerà la raccolta, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti dei Comuni dell’Ambito – ha intrapreso la via della sensibilizzazione della comunità sulla questione rifiuti, attraverso una serie di azioni facilmente praticabili, di regole da seguire attentamente e di una serie di misure sanzionatorie contro coloro che assumono atteggiamenti poco rispettosi del vivere civile.

Questo breve, ma utile vademecum predisposto dall’Assessore Rita Aquili e dal Sindaco Massimo Bello (già consultabile nel sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.ostravtere.an.it assieme a tutta la documentazione del Cir 33 relativa alla nuova politica di gestione dei rifiuti) è rivolto a tutte le famiglie della cittadina collinare ed è stato loro inviato direttamente a casa, in cui sono elencate alcune regole base da seguire perché, come recita lo slogan coniato dall’Amministrazione – “tenere pulito è più facile che pulire”.

E non è finita qui perché l’Amministrazione ha colto questa occasione per comunicare alla cittadinanza l’istituzione del “Servizio gratuito a domicilio per il ritiro dei rifiuti ingombranti”, il potenziamento del “Centro per la raccolta differenziata dei rifiuti” di Pongelli, l’avvio di un serio e capillare controllo nel territorio circa il conferimento dei rifiuti nelle isole ecologiche, nelle apposite campane colorate, nei cassonetti e nel “Centro Ambiente” di Pongelli. Avvio anche dell’applicazione delle severe sanzioni ai trasgressori, in quanto si stanno ripetendo comportamenti scorretti ed incivili.

Per quel che riguarda il “Centro per la raccolta differenziata dei rifiuti” (situato in Via Perini – Zona P.I.P Pongelli di Ostra Vetere), l’Amministrazione comunale non solo lo ha potenziato, ma lo ha anche dotato, per il momento, di altri tre nuovi containers (quello per la carta ed il cartone, quello per il materiale legnoso e quello per gli indumenti usati) oltre a quelli già esistenti per la raccolta di erba e potature, dei rifiuti ingombranti, di materiale ferroso e di batterie usate, e lo ha aperto, oltre al sabato mattina dalle ore 9 alle ore 12, anche il mercoledì pomeriggio dalle ore 17 alle ore 19.

Nel caso in cui, invece, si è impossibilitati a trasportare rifiuti ingombranti (elettrodomestici, mobili vecchi, materassi, reti e simili) nel “Centro Ambiente” di Pongelli, perché è vietato abbandonarli lungo la strada o vicino ai cassonetti, l’Amministrazione comunale ha istituito il Servizio gratuito a domicilio per il ritiro di rifiuti ingombranti. Il Servizio sarà svolto da personale dipendente del Comune e le prenotazioni vanno effettuate rivolgendosi direttamente all’Ufficio Ambiente (071.96.59.70). Il servizio provvederà periodicamente (almeno ogni 15 giorni) a prelevare il rifiuto ingombrante e trasportarlo nel Centro di Pongelli, ponendolo nell’apposito container.

Il Centro Ambiente di Pongelli è e diventerà – dicono l’Assessore Rita Aquili ed il Sindaco Massimo Bello - un punto fondamentale per la crescita e la valorizzazione della raccolta differenziata, che tutti i cittadini devono potenziare perché non solo è l’unico modo per gestire meglio la politica dei rifiuti, ma anche l’unico sistema per diminuire le quantità di rifiuti in discarica e, quindi, diminuire i costi per il Comune e di conseguenza per il cittadino. I cittadini devono cambiare abitudini per favorire la Raccolta Differenziata.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 agosto 2006 - 1873 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, rifiuti, comune ostra vetere





logoEV