Corinaldo: si sfonda il tetto, ferito un operaio

2' di lettura 30/11/-0001 -
Si sfonda il tetto sul quale sta lavorando e precipita al suolo dopo un volo di cinque metri.

di Guido Fabbri
guidofabbri@vsmail.it


E’ un grave infortunio sul lavoro quello occorso ieri a Matteo Ricciotti, 29enne operaio di Camerata Picena. L’uomo, dipendente della ditta di climatizzatori “Climadriatica”, stava riparando un condizionatore d’aria posizionato all’esterno, sul tetto della ditta d’abbigliamento “Janco” nella zona industriale di Corinaldo. Improvvisamente il soffitto in eternit sul quale l’operaio stava camminando ha ceduto sotto i suoi piedi.

Ricciotti è precipitato nei locali sottostanti che ospitano il laboratorio di confezioni d’abbigliamento schiantandosi al suolo sotto gli occhi esterrefatti dei dipendenti della ditta. Immediati i soccorsi portati allo sfortunato operaio, curato successivamente sul posto dai medici del 118. Una volta immobilizzato in barella, l’uomo è stato poi trasportato in eliambulanza all’ospedale di Torrette.

Le sue condizioni, che in un primo momento sembravano molto gravi, sono via via migliorate nel corso della giornata. Scongiurato il pericolo di vita, l’uomo se l’è cavata con qualche costola incrinata e con diverse escoriazioni in molte parti del corpo, viso compreso.

I rilievi sul luogo dell’incidente sono stati eseguiti dai carabinieri di Corinaldo e dagli ispettori del lavoro della Zt4 dell’Asur cui spetta il compito di individuare se esistano o meno eventuali responsabilità per quanto accaduto. Resta da verificare come sia stato possibile che il soffitto, costituito da due strati di plexiglas e uno di eternit, sia potuto crollare così facilmente sotto il peso dell’operaio.

foto del luogo della caduta foto del luogo della caduta foto del luogo della caduta





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 giugno 2006 - 2524 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guido fabbri, corinaldo