Ostra: grande festa per l'anniversario della Fanfara dei Bersaglieri

2' di lettura 30/11/-0001 -
Sabato 17 e domenica 18 giugno sono stati per la città di Ostra due giorni intensi, movimentati dall’ondata cremisi di centinaia di Bersaglieri, radunatisi per festeggiare il 25° anniversario della Fanfara “La Marmora” di Jesi e Ostra.

dal Comune di Ostra
www.comune.ostra.an.it


Alla manifestazione, organizzata dalla Sezione Bersaglieri di Ostra, hanno aderito ben 8 fanfare provenienti da Marche, Abruzzo, Lazio, Toscana ed Emilia Romagna.

Nel pomeriggio di sabato le fanfare si sono esibite singolarmente e in contemporanea, con sfilate e concerti, a Ostra, Jesi, Corinaldo, Ancona, Porto Recanati, Loreto e S. Marcello, suscitando grande entusiasmo in ogni città.

Domenica mattina tutte le formazioni si sono concentrate ad Ostra, per dare vita a una grande festa, curata nei minimi particolari dall’instancabile presidente della sezione Bersaglieri di Ostra, Fernando Federiconi. Dopo gli onori al Monumento dei Caduti, le otto fanfare, seguite da un gran numero di Bersaglieri, hanno sfilato lungo le vie del centro per raggiungere, con una coreografia spettacolare, Piazza dei Martiri, punto centrale di svolgimento della manifestazione, dove svettava il Medagliere Nazionale dei Bersaglieri.

Alla presenza della più alta carica dell’Associazione Nazionale Bersaglieri, il generale Pochesci, del presidente della Provincia Giancarli, dei Sindacio di Ostra, Cioccolanti e del Sindaco di Jesi, Bezzeccheri, e dei rappresentanti di altre città limitrofe, le fanfare si sono schierate sulla gradinata del palazzo comunale, per assistere alla celebrazione della Messa, agli interventi delle autorità e allo scambio degli omaggi di rito. Al capofanfara della “La Marmora” è stata consegnata una drappella intestata al sergente Ivo Migliorelli, presidente fondatore della Sezione Bersaglieri di Ostra, e diverse medaglie sono state conferite ai suonatori presenti nella fanfara fin dalla sua costituzione.

Di seguito tutti i partecipanti al raduno hanno sfilato nuovamente lungo le vie cittadine, per poi tornare in piazza di corsa. Alla folla numerosa, che ha applaudito con partecipazione e calore al passaggio dei cappelli piumati, si è unita anche una delegazione della città di Markt Schwaben, gemellata con Ostra, che nel luglio scorso ha ospitato la fanfara “La Marmora” in Baviera.

Con un suggestivo carosello finale tutte le fanfare hanno ripreso posto sulla gradinata del Comune, per eseguire l’inno di Mameli, che ha concluso con grande solennità la manifestazione.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 giugno 2006 - 3570 letture

In questo articolo si parla di comune di ostra