Rifiuti, incontro CIR33 sul ciclo integrato

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Come cambia la gestione del ciclo integrato dei rifiuti. Si parlerà di questo nella tavola rotonda promossa dal Cir33, il Consorzio intercomunale “Vallesina-Misa”, dedicata a “Il decreto legislativo 152/2006 e il ciclo integrato dei rifiuti: nuove prospettive per i consorzi obbligatori, che si svolgerà giovedì 15 giugno, alle 16, nella Sala del Consiglio comunale di Senigallia (An).

di Cirr 33


Il Cir33 – spiega il presidente Simone Cecchettini – è il consorzio obbligatorio tra 33 Comuni del bacino n. 2 della provincia di Ancona, istituito nel 1999 sulla base della legge regionale 28. Ha lo scopo di attuare quanto prevede il Piano provinciale per la gestione del ciclo dei rifiuti nel rispetto della normativa nazionale e regionale. Alla luce del nuovo decreto legislativo sulla materia, riteniamo necessario un confronto con gli Enti istituzionali coinvolti in questo cambiamento e con gli amministratori e tecnici comunali per attuare un percorso di organizzazione, regolamentazione e gestione del ciclo integrato dei rifiuti, in linea con le norme e per non rallentare il processo di cambiamento nella gestione”.

All’incontro parteciperanno il sindaco di Senigallia, Luana Angeloni, e l’assessore comunale alla Qualità urbana, Maurizio Mangialardi. Le relazioni saranno di Simone Cecchettini e di Laura Filonzi, rispettivamente presidente e direttore del Cir33, di Isarema Cioni, dirigente Ciclo dei rifiuti, Sostenibilità e Cooperazione ambientale della Regione Marche, Massimo Sbriscia, dirigente Settore Tutela dell’ambiente della Provincia di Ancona. Concluderanno la tavola rotonda Patrizia Casagrande, assessore all’Ambiente della Provincia di Ancona, e Marco Amagliani, assessore regionale all’Ambiente.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 giugno 2006 - 1711 letture

In questo articolo si parla di rifiuti, cirr33





logoEV