Ostra Vetere: tornano i figli di Chernobyl

2' di lettura 30/11/-0001 -
Con il progetto Natascia il Comune di Ostra Vetere, per la seconda volta, ospita per tutto il mese di Luglio i figli di Cernobyl.
Al via la macchina dell'organizzazione con la regia dell'assessore alle politiche sociali Astra Saturni.



Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale, e in particolare l’Assessorato alle Politiche sociali guidato da Astra Saturni, ha deciso di ripetere, con la collaborazione dell’Arca (Associazione Aiuti Umanitari Onlus di Senigallia), il Progetto “Natascia”. L’iniziativa darà la possibilità ai bambini, reduci da interventi oncologici e radiochemioterapici, di poter ritrovare il sorriso e passare un periodo di vacanza nel nostro Comune, con l’assistenza di personale medico ed infermieristico al seguito.

I piccoli ospiti verranno accolti per tutto il mese di luglio direttamente dal Comune, che sta realizzando il progetto insieme ad un gruppo di lavoro per rendere la loro permanenza confortevole e vivace.

“La realizzazione del Progetto “Natascia” è stato subito accolto favorevolmente per dare a quei bambini la possibilità di trascorrere un periodo di vacanza incontaminata nel nostro Comune – dicono il Sindaco Massimo Bello e l’Assessore Astra Saturni – perchè possano ritrovare in un luogo diverso e più sereno, anche se per un breve periodo, quel sorriso che è d’obbligo alla loro età”.

Il Progetto “Sorriso”, costituito da un gruppo preordinato di lavoro, composto per la maggior parte da amministratori comunali, prevede la loro accoglienza per tutto il mese di luglio presso il centro, debitamente allestito e predisposto nel complesso della scuola media statale “U.Foscolo” di Ostra Vetere.

I ragazzi saranno accompagnati dall’interprete, dal personale medico ed infermieristico e per rendere la permanenza ad Ostra Vetere confortevole e spensierata è in fase di preparazione un ricco e nutrito programma di accoglienza con l’obiettivo di far passare momenti indimenticabili, diversi da quelli a cui quotidianamente sono abituati quei bambini a trascorrere, fatti di periodi pre e post operatori, di ricoveri ospedalieri o di radio-chemioterapie.

L’iniziativa è stata presentata dall’Assessore alle politiche sociali Astra Saturni ed il riscontro è stato veramente positivo, non solo da parte delle famiglie, ma anche da parte degli imprenditori locali coinvolti dall’Assessore, con una nota di presentazione del progetto. In molti si stanno rendendo disponibili a procurare quel sorriso a questi bambini, che per la seconda si sentiranno “figli della nostra comunità”.

Il Sindaco Massimo Bello sottolinea come questa iniziativa sia espressione evidente di solidarietà vera: ”Ciò dimostra, ancora una volta, come la nostra comunità sia sensibile ad iniziative a favore dei bambini – dice il Sindaco – e ringrazio tutti per la collaborazione e la disponibilità che daranno per l’accoglienza di questi bambini”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 giugno 2006 - 1729 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, comune di ostra, astra saturni





logoEV
logoEV