Vivere il novecento: l'appassionato viaggio nella cultura comincia sabato

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Dopo l’ottimo successo di pubblico e critica ottenuto lo scorso anno, continua l’avventura del format culturale Vivere il novecento: un viaggio lungo un secolo, che toccherà le città di Senigallia, Ripe, Falconara e Jesi.

di Milena Delle Grazie
milena@viveresenigallia.it


L’iniziativa, appoggiata tra gli altri dalla Provincia di Ancona e dalla Banca delle Marche, ha l’intento di mettere in risalto tematiche ed aspetti culturali nati e sviluppati nel secolo passato- cento anni di rivoluzioni e cambiamenti radicali del nostro assetto sociale- con cinque incontri tenuti da altrettanti personaggi di spicco sugli argomenti scelti questo anno: architettura, lirica, comunicazione, pittura e psicologia.
“Il nostro obiettivo”- spiega Giovanni Martines Augusti, giornalista ed organizzatore degli incontri- “è quello di dare un contributo serio alla cultura non solo regionale ma nazionale partendo proprio da Senigallia, città dai riferimenti storici importantissimi. Aspetto che molti ignorano e dimenticano troppo facilmente.”
Dalla prima serie di incontri passati è stato estratto un libro per Edizioni Antonelliane, presentato sul canale satellitare della Rai nei giorni scorsi, arrivato alla seconda edizione.
Questo il programma dell’evento:
sabato 4 marzo presso l’Auditorium San Rocco di Senigallia si parlerà di architettura con lo storico Fabio Mariano, in un incontro dal titolo “La poetica del Razionalismo”;
sabato 11 presso il Palazzo Comunale di Ripe toccherà alla lirica con il critico musicale Luciano Cirilli Fioravanti Di Guffaia, che racconterà della vita di Franco Corelli;
venerdì 17 marzo presso il Palazzo ducale di Senigallia sarà la volta della comunicazione con Giovanni Martines Augusti che concentrerà la discussione sul ruolo della radio nel mondo dei media in un incontro intitolato “Il secolo lungo della comunicazione: da Marconi a Zavoli”;
sabato 1 aprile si parlerà di pittura ed in particolare di futurismo nelle Marche con lo storico dell’arte Stefano Papetti, al centro culturale “Piero Pergoli” di Falconara;
l’ultimo degli appuntamenti, presso il Palazzo Pianetti di Jesi con data da definire in aprile, riguarderà la psicologia con l’incontro dal titolo “I figli non crescono più” tenuto dal famoso psicologo e psichiatra Paolo Crepet.
Tutti gli ingressi sono liberi e fissati per le ore 18.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 marzo 2006 - 2500 letture

In questo articolo si parla di arte, milena delle grazie, vivere il novecento, giovanni martines augusti





logoEV