Arrestate tre persone nell'ambito di due distinte indagini

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Nel corso dei servizi di prevenzione disposti dal Questore di Ancona, il Dott. Adamo Gulì, per la repressione dei reati concernenti la detenzione di sostanze stupefacenti e per contrastare il fenomeno dell'immigrazione clandestina, la Polizia di Stato di Senigallia ha tratto in arresto tre persone nell'ambito di due distinte attività di servizio.

dal Commissariato di Polizia


Il primo arresto è stato effettuato nei confronti di un trentatrenne, S.S., sorpreso a bordo della propria auto di piccola cilindrata in un luogo dove si è avuta notizia di un'attività di spaccio di droga.
Gli appostamenti effettuati hanno consentito di individuare la condotta di questa persona che, in seguito ad una perquisizione, è stata trovata in possesso di circa 9 grammi di cocaina, un bilancino e l'occorrente per il confezionamento delle singole dosi.

Più articolato è risultato l'arresto di due cittadini nordafricani: un trentenne Z.A. e il venticinquenne B.Y., che, per sfuggire al controllo della volante, hanno tentato di salire su un treno in partenza. Nonostante il tentativo di fuga i due stranieri sono stati bloccati dai poliziotti che hanno recuperato e sequestrato diverse dosi di droga, che dalle successive analisi è risultata essere "speed-ball", un mix di cocaina ed eroina.
Uno dei due Z.A., tra l'altro, è risultato già colpito da decreto di espulsione emesso nel trascorso mese di novembre dal Prefetto di Ancona.

Inoltre, nel corso di una coordinata attività di controllo per il contrasto all'immigrazione clandestina, è stata arrestata la diciannovenne A.V., una cittadina moldava, rintracciata lungo la Statale Adriatica, nei pressi della frazione Marzocca, risulta colpita da decreto di espulsione emesso nello scorso mese di Cennaio dal Prefetto di Verona.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 dicembre 2005 - 1569 letture

In questo articolo si parla di





logoEV