Arrestati altri tre giovani spacciatori di eroina

1' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Arresti a raffica a Senigallia durante i controlli a tappeto per combattere lo spaccio di sostanze stupefacenti. Altri tre ragazzi sono finiti in manette dopo l’albanese di 37 anni e il senigalliese di 35 arrestati in due distinte operazioni della Polizia a inizio settimana.



Nella notte tra martedì e mercoledì scorso la Opel Corsa con a bordo J. F., 25enne domiciliato a Senigallia, P. Z., 20 anni e F. T., 40 anni, entrambi residenti nell’entroterra, è stata “agganciata” da una pattuglia all’uscita del casello autostradale.

I tre infatti erano di ritorno da una “spedizione” verso il nord Italia effettuata proprio con lo scopo di rifornirsi della droga da spacciare poi sul posto. A bordo dell’auto, fermata nei pressi del centro commerciale al Cesano, gli agenti hanno trovato circa 50 grammi di eroina pura, da tagliare. I tre sono stati subito tratti in arresto.

Un fenomeno, quello dello spaccio di sostanze stupefacenti a Senigallia testimoniato anche dei numerosi e frequenti arresti, che evidenzia anche la presenza di una consistenze “domanda” da parte dei consumatori, tale appunto da giustificare lo spaccio stesso.

E proprio la lotta allo spaccio di droga, così come la lotta alla prostituzione e l’intensificazione dei controlli sul territorio in zone tradizionalmente più a rischi come il lungomare d’inverno e il rione Porto sono gli obiettivi sui cui si concentrerà l’attività del commissariato di Polizia di Senigallia dopo l’arrivo del nuovo dirigente Scipione De Leonardis, entrato in servizio ufficialmente il 1° dicembre scorso e subentrato a Domenico Calia.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 dicembre 2005 - 4220 letture

In questo articolo si parla di