Corinaldo: si apre il sipario del Teatro Goldoni

3' di lettura 30/11/-0001 -
Dopo quasi 25 anni di inattività, il Teatro Goldoni di Corinaldo torna a splendere!
I lavori di restauro, iniziati nel 2000, si sono appena conclusi e finalmente il teatro sarà restituito alla città con la cerimonia d’inaugurazione prevista per il 4 dicembre 2005.

di Silvia Piermattei
silvia@viveresenigallia.it


Intense e partecipate sono state le giornate di apertura al pubblico del teatro comunale tra il 26 e il 29 novembre. Chi aveva già conosciuto questo gioiello settecentesco non ha potuto trattenere la commozione nel rivedere tornare a spendere un luogo d’aggregazione e di cultura che mancava da tanto tempo a Corinaldo.

Scarica il programma della stagione teatrale (formato pdf)

Finalmente possiamo mettere la parola fine al cantiere del teatro Goldoni - afferma il Sindaco di Corinaldo Scattolini - il 3 dicembre è prevista l’inaugurazione ufficiale con le figure politiche ed istituzionali, per l’occasione interverrà il Vice Ministro Baldassarri. Il concerto della Fondazione Orchestra regionale sarà ripetuto il 4 dicembre alle 17.15 per tutta la cittadinanza.

La fase progettuale della ristrutturazione è iniziata nel 1996, ma solo nel 2000 sono iniziati i lavori - spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Cesare Morganti - nel recupero dello stabile originale abbiamo utilizzato solo imprese locali, una scelta di cui siamo fieri!
Molte persone hanno lavorato al completamento del teatro, tra queste c’è il geometra Sellani che ci ha lasciato da appena due anni… un lavoratore instancabile che ha dato molto per il raggiungimento di questo obiettivo.


L’importo complessivo dei lavori è di 2 milioni e 300 mila euro - afferma l’Assessore al Bilancio Emidio Pierantognetti - di questi 650 mila provengono dall’amministrazione Scattolini, mentre altri 475 mila sono contributi a fondo perduto della Regione e dello Stato.

Finalmente questo gioiello è stato restituito alla cittadinanza - afferma l’Assessore alla Cultura Fernando De Iasi- abbiamo avuto tante richieste per la gestione del teatro, ma alla fine il Sindaco e la Giunta hanno deciso di comune accordo di gestire direttamente gli eventi e gli spettacoli. Il responsabile sarà il Dott. Paolo Pirani, e tutti i tecnici che lavoreranno all’interno del Goldoni sono dipendenti comunali. La stagione teatrale è curata dall’Amat e prevede circa 23 spettacoli tra prosa, danza e teatro per ragazzi.

Questa è stata un’opera collettiva che ha coinvolto tutti - afferma l’ingegnere Thamel Marini - Siamo riusciti a mantenere il cuore antico del teatro settecentesco, ma con nuovi accorgimenti tecnici. Il Goldoni può ospitare circa 300 persone, ma ha un palco molto capiente… utilizzabile anche per spettacoli di una certa rilevanza, con la possibilità di riprese televisive. L’area per l’orchestra può contenere fino a 15 musicisti, mentre il foyer può avere un utilizzo multifunzionale.

Viviamo in una regione straordinaria che ha saputo recuperare il suo patrimonio culturale - afferma Raimondo Arcolai dell’Amat - questa opera sarà un grande beneficio per la cittadinanza… una nuova casa per gli artisti… è sempre una grande festa quando riapre un teatro!!!

www.comune.corinaldo.an.it


Alcune immagini del Teatro Goldoni

Il Sindaco di Corinaldo Livio Scattolini, l'Assessore al Bilancio Emidio Pierantognetti, Raimondo Arcolai dell’Amat.

L'ingegnere Thamel Marini, l’Assessore ai Lavori Pubblici Cesare Morganti, l’Assessore alla Cultura Fernando De Iasi, Dott. Paolo Pirani

Lo scultore Leandro Memé e una delle sue opere esposte al teatro Goldoni in occasione dell'inaugurazione





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 dicembre 2005 - 7373 letture

In questo articolo si parla di


silvia

02 dicembre, 21:41
Di foto del teatro ne ho fatte tante, ma l'illuminazione è un po' soffusa e molte sono venute sfuocate! Ti consiglio di andare a vederlo di persona, è bellissimo!!! <br />

Anonimo

02 dicembre, 22:42
Complimenti a Corinaldo e fortunati i corinaldesi ad avere da oggi in poi un vero teatro!! il loro teatro!! purtroppo noi a Senigallia il teatro non lo abbiamo.....abbiamo un cinemone desolatamente vuoto perchè l'acustica è pessima, perchè è freddo, perchè è brutto, perchè le ginocchia toccano sulle poltrone della fila davanti, ... è un cubo di cemento armato senz'anima..peccato aver buttato tutti quei soldi. In compenso abbiamo uno splendido sipario costato 200 milioni delle vecchie lire cioè 200mila euro attuali, è stato usato solo una volta ma ha fatto un figurone!! E pensare che anche noi avremmo potuto avere un teatro come quello di Corinaldo.....complimenti a tutte quelle persone che hanno contribuito al recupero del teatro di Corinaldo, senz'altro molti senigalliesi lo frequenteranno con piacere<br />
<br />
--mancino

doppelganger

02 dicembre, 16:01
peccato che si vedano più le facce degli assessori che l'interno del teatro, ma in ogni caso: bravi. Solo a Senigallia abbiamo buttato giù un gioiello di teatro per farci uno scatolone di cinema che non serve a niente. Facciamoci un PARCHEGGIO!!!




logoEV