Due risse in centro

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Alle 15:30 una rissa tra ubriachi al bar dei cacciatori e un'ora dopo un extracomunitario ha dato in escandescenza all'interno di un negozio di abbigliamento di corso II Giugno.



Erano circa le 16,30 quando un extracomunitario, accompagnato da un amico, è entrato nel negozio di abbigliamento Hacienda Publica e ha chiesto alla commessa di mostragli alcuni capi di abbigliamento. Dopo aver fatto tirare giù dagli scaffali tutta la mercanzia senza mostrare alcun interesse all'acquisto di alcun capo, l’uomo voleva che la commessa persistesse nell’intento di cercare altra mercanzia. La donna, che aveva subito la stessa tiritera già qualche giorno fa ad opera dello stesso cliente, ha fatto notare come la sua buona volontà fosse inutile, tanto l’uomo non avrebbe comprato nulla.

All'osservazione della commessa l'extracomunitario ha iniziato a dare in escandescenza e a prendere a calci il bancone della cassa. Feritosi ad un piede, l’uomo ha iniziato ad urlare urlare e inveire contro la commessa. Molte persone sono accorse, ed è intervenuta la polizia municipale. L'uomo si è divincolato ed è fuggito per ricomparire poco dopo agitando in aria una sedia (che aveva preso da un bar vicino) e minacciando di gettargliela addosso.

A scongiurare il peggio sono stati alcuni passanti e l’amico dell’extracomunitario che lo hanno trattenuto fino all’arrivo dell’ambulanza che lo ha portato al pronto soccorso.

Un'ora prima una lite era scoppiata non lontano all’interno del bar dei Cacciatori in via Cavallotti.

Due frequentatori abituali del locale, per futili motivi e forse dopo aver bevuto qualche bicchierino di troppo sono venuti alle mani ma senza riportare ferite particolari.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 agosto 2005 - 1777 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

22 agosto, 07:59
Nessuno ha denunciato l'extracomunitario?<br />
<br />
--HDP

Smile

22 agosto, 09:45
Cara Penelope,<br />
sul Corriere adriatico ho letto ieri la medesima notizia, ma la vicenda raccontata era completamente diversa (l'extracomunitario aveva comprato come sempre e pagato in contanti, poi c'aveva ripensato e voleva pagare con il bancomat e riavere i contanti indietro, e la commessa si era rifiutata...). Uguale solo il finale, purtroppo...<br />
Qual è la versione giusta?<br />
Non che la gravità del fatto cambi ma, insomma, per l'attendibilità giornalistica, il contenuto della notizia dovrebbe essere sempre lo stesso. O no...? Il Corriere riportava anche la conclusione: la persona coinvolta era stata, naturalmente, denunciata. Così come spero siano stati denunciati i due buontemponi un po' brilli che si sono azzuffati al bar...<br />
Buon lavoro,<br />




logoEV