In memoria dei Caduti Civili e Militari di Mondolfo

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Giovedì 18 agosto, presso il Parco della rimembranza di Mondolfo, l'Archeoclub d’Italia, in occasione del 61° anniversario della Liberazione dall’occupazione nazi-fascista, organizza la presentazione del libro di Alessandro Berluti: "I Caduti Civili e Militari di Mondolfo e Marotta nella Seconda Guerra Mondiale Mondolfo".

da Archeoclub d’Italia di Mondolfo
archeoclubmondolfo@libero.it


Viene presentato domani sera, giovedì 18 agosto 2005 alle ore 21,15, nel Parco della Rimembranza a Mondolfo, il nuovo libro realizzato dall’Archeoclub di Mondolfo e dedicato a “I Caduti Civili e Militari di Mondolfo e Marotta nella Seconda Guerra Mondiale”, scritto dal socio Alessandro Berluti.

Non potevamo far trascorrere due ricorrenze che cadono in questo anno 2005, senza interessarci dell’argomento - spiega subito il presidente di Archeoclub Mondolfo, Claudio Paolinelli.
Ricorrono infatti i 90 anni dall’inizio della Prima Guerra Mondiale (1915-1918) ed i 60 anni dal termine della Seconda
”.

Il libro nasce da una esigenza sentita dall’intera comunità, e si giova del contributo culturale dell’Istituto Comprensivo Fermi di Mondolfo.

Alessandro Berluti aveva già parlato dei caduti di Mondolfo e Marotta nella Grande Guerra e, da più parti, era avvertita l’esigenza di ricostruire le cruenti vicende che portarono alla morte di tanti abitanti di questo Comune, civili e militari, durante la Seconda Guerra Mondiale.
Un vivo ringraziamento al Dirigente, agli Insegnanti e a tutti gli alunni dell’Enrico Fermi che ci hanno dato una mano a ritrovare un po’ di notizie su amici e parenti di famiglia scomparsi nei tragici fatti dell’ultima guerra
”.

Alla ricerca orale è ovviamente stata abbinata quella d’archivio.

Un’indagine che Berluti ha condotto non solo negli Archivi comunali di Mondolfo dove è stata data un’ampia collaborazione, ma anche in quelli di altri Enti ed Istituzioni pure a livello nazionale, e che ora ci consentono di dare un deciso contributo alla ricostruzione delle vittime civili e militari, ben numerose, che Mondolfo e Marotta ebbero a soffrire nella Seconda Guerra Mondiale”.

Un libro, quello che sarà presentato domani sera al Parco della Rimembranza, che va ben oltre un elenco di nomi, ma che ricostruisce numerose vicende che portarono ai tragici eventi, andando così a spiegare maggiormente una pagina di cruenta storia che il territorio comunale di Mondolfo ebbe in particolare a subire durante il ‘passaggio del fronte’ nell’estate del 1944, terminata – ma non totalmente – nella giornata del 18 agosto quando le truppe Alleate liberarono la Città a balcone sul mare dalla morsa nazifascista”.

La serata, con i saluti del Commissario Prefettizio Darco Pellos, del Presidente Paolinelli, vedrà la presenza dell’Autore oltre a testimonianze di chi visse quei fatti, e gode del patrocinio del Comune di Mondolfo, della Regione Marche e delle Associazioni Nazionali Combattenti-Reduci e Famiglie caduti e dispersi in guerra.

Sarà inoltre possibile ammirare alcune foto ritraenti offensive belliche a Mondolfo e Marotta in quegli anni ‘40, tratte dall’archivio di Edi Eusebi.

In caso di maltempo, la manifestazione si terrà nella sala del Consiglio comunale.

Per informazioni: archeoclubmondolfo@libero.it.

Testo alternativo
Clicca per ingrandire







Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 agosto 2005 - 1745 letture

In questo articolo si parla di