Petizione contro il divieto di transito nella Costa del Gioco del Pallone

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Corinaldo – Da un apposito incaricato l'altro ieri mattina 8 agosto sono stati ritirati i fogli con le firme degli abitanti di Corinaldo, raccolte nei locali pubblici e relative al divieto di transito nella Costa del Gioco del Pallone dalle ore 21,00 alle ore 06.00 del mattino.

di Ilario Taus


I corinaldesi firmatari contro l’ordinanza emessa dal sindaco Livio Scattolini risultano essere oltre 700.
I fogli, con le firme raccolte, verranno consegnati al sindaco perché provveda pertanto ad annullare od almeno a modificare l’ordinanza n. 41 del 28 luglio 2005 riducendo l’estensione oraria del divieto.
Se si considera che i fogli per la raccolta delle firme sono stati consegnati ai titolari degli esercizi pubblici da appena una settimana, il numero dei sottoscrittori appare davvero ragguardevole e tale da indurre l’Amministrazione comunale ad un opportuno e rapido ripensamento.
Il problema creato dall’improvviso ed inaspettato divieto è diventato in questi giorni oggetto di animate discussioni e di un diffuso dissenso da parte di commercianti del centro storico, di operatori turistici e di cittadini anche non residenti, i quali tutti si chiedono il perché di questo provvedimento che, oltre a penalizzare gli stessi corinaldesi, finisce col chiudere al traffico la più diretta e naturale via di attraversamento a senso unico della città per chi, proveniente da Senigallia, debba proseguire nella direzione a monte della stessa e quindi verso la provincia di Pesaro Urbino.
Si sottolinea che la circonvallazione provinciale di Viale Dante, alternativa alla Costa Gioco del Pallone, obbliga ad un percorso più lungo e tortuoso anche coloro che debbono uscire dal centro in direzione Nord.
I firmatari auspicano un incontro con il sindaco attraverso una pubblica assemblea e sollecitano l’intervento dell’assessore alla viabilità Cesare Morganti sulla questione, dal momento che decisioni delicate come quella assunta dall’ordinanza citata non possono essere affidate all’improvvisazione o peggio agli umori di un singolo cittadino magari infastidito dal rumore del traffico davanti la propria abitazione.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 agosto 2005 - 1865 letture

In questo articolo si parla di





logoEV