L'opposizione interviene sul bilancio di Ostra Vetere: scelte discutibili

3' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Nel consiglio comunale del 30 giugno è stato approvato con i soli voti della maggioranza il conto consuntivo 2004. Un conto da “record”, visto che chiude con circa 72000 euro di avanzo di amministrazione (12.000 dei quali avanzo di amministrazione del 2003, non utilizzato nel corso del 2004)!

da I consiglieri della lista “Per Ostra Vetere”


Per inciso ricordiamo che fino allo scorso anno, chi ora amministra considerava un errore chiudere con un avanzo di amministrazione troppo elevato, sostenendo che erano state fate previsioni sbagliate e che il bilancio non era stato gestito in modo oculato, poiché i soldi della comunità vanno spesi per la stessa entro l’anno di riferimento.

E ora? Ora addirittura si esalta il fatto che c’è stato un “corposo incremento degli utili” (se di “utili” si può parlare!).

Dai documenti esaminati risulta che l’avanzo di amministrazione scaturisce da entrate che non arriveranno mai nelle casse del Comune, come i 40.269 euro per il Centro Diurno e come i 5.671 euro per il contributo sull’Imposta per la Pubblicità o gli 11.780 euro che dovranno essere restituiti ad un altro ente per ex personale in mobilità dallo Stato.

Inoltre, non avremmo voluto parlare ancora dei 75.000 euro delle “multe” I.C.I., ma dobbiamo far osservare che alla data del Conto Consuntivo, vale a dire al 31/12/2004, questa somma non poteva essere accertata, perché non era affatto certa. E ricordiamo che nel 2004 neanche un centesimo è stato incassato.

Poi ci sarebbe da evidenziare che circa 7.000 euro (assistenza sociale ai minori) e 5.650 euro (catalogazione fondo librario Frati Minori), fondi a destinazione vincolata, pur se in parte incassati, non trovano la loro contropartita in uscita per gli scopi per i quali sono destinati….

Vogliamo infine fissare la nostra attenzione su una scelta politica, a nostro parere molto discutibile. Confrontando i dati del conto consuntivo 2004 e le previsioni del 2005, abbiamo rilevato che il costo del trasporto scolastico ha subito un aumento del 65% circa (da 80.000 a 132.000 euro).

Forse non tutti sanno che il trasporto scolastico, dal primo gennaio 2005, è stato appaltato ad una ditta esterna. Viene spontaneo credere che a tale aumento corrisponda un notevole miglioramento del servizio.

Ma non è così, il servizio è rimasto invariato, anzi, molti genitori lamentano un sovraffollamento sui mezzi che, tra l’altro, non risultano essere più moderni e confortevoli rispetto a quelli che c’erano. Ci hanno detto che la decisione era inevitabile perché i nostri mezzi erano scaduti (scaduti?! Come lo yogurt?).

L’autorizzazione al trasporto pubblico, cioè il collaudo, scade ogni anno e ogni anno viene rinnovata dalla motorizzazione civile previa verifica delle condizioni di ciascun mezzo, questo proprio per garantire la massima sicurezza del servizio. Quindi annualmente i mezzi devono essere controllati ed eventualmente sistemati per poter ottenere l’idoneità al servizio, come d’altronde è stato fatto sempre in passato.

È chiaro che le scelte potevano essere molteplici e, in considerazione di un aumento così elevato, si dovevano ponderare meglio i costi e i benefici. E poi, per concludere, due degli autobus di proprietà del comune, recentemente sono stati venduti al prezzo totale di 12.000 euro! Due autobus a 12.000 euro! Francamente non ci sembra una scelta molto oculata!





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2005 - 1473 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

03 agosto, 08:36
Ma fate opposizione o contestazione a prescindere?

Anonimo

03 agosto, 13:35
Ostra Vtere sta diventando un divertimentificio<br />

rocco

03 agosto, 17:45
mezzi scaduti? Questa è carina dai ...




logoEV
logoEV