L'Araba Fenice di Corinaldo alla rievocazione storica di Rimini

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Dal 12 al 17 Luglio il centro storico della città di Rimini è stato avvolto da atmosfere medievali di incredibile suggestione. Si è svolto infatti nella città romagnola la rievocazione storica de “Il Matrimonio di Roberto Malatesta e Elisabetta da Montefeltro”.

di Ilario Taus


La manifestazione è stata organizzata con serate a tema, in particolare sabato 16 è stata dedicato a bandiere, sbandieratori e a “Le insegne”. In questo contesto erano presenti alla manifestazione due gruppi di sbandieratori, gli alfieri di Castiglion Fiorentino e L’Araba Fenice di Corinaldo.

I ragazzi del gruppo marchigiano hanno preso parte alla parata e alle 23 hanno concluso gli spettacoli del sabato in piazza Cavour con “Guerrino detto il Meschino”, la storia di Guerrino liberamente tratta dall’omonimo poema cavalleresco di Andrea da Barberino raccontata con l’uso espressivo e narrativo di giochi coreografici di bandiere, la regia dello spettacolo è di Giovanni Nardoni da Ascoli Piceno, le coreografie sono realizzate dai maestri di bandiera Giovanni Nardoni e Stefano Terribili da Servigliano.

Le emozioni non sono mancate sia per gli alfieri che per il pubblico. Questa è stata infatti la prima vera uscita per alcuni giovani ragazzi del gruppo appena entrati a far parte dello spettacolo principale; la loro emozione era tanta, per la prima volta si sono trovati a contatto con più di cinquecento persone. Le parole di conforto e di incitazione dei grandi del gruppo sono comunque riuscite a farli tranquillizzare così i piccoli alfieri hanno dato il meglio di loro in una esibizione precisa ed affascinante come era richiesto dallo spettacolo interpretato.

Lo spettacolo svolto dall’Araba Fenice ha riempito la piazza di Rimini con cavalieri che si sfidano in tornei per la mano della damigella, con giganti e con battaglie interpretate con spade, torce e scudi infuocati. Le coreografie sono state eseguite con precisione minuziosa e con lo stile ormai appreso e consolidato da tutti i veterani del gruppo e ben trasmesso ai giovani. E’ stata una performance impeccabile che ha retto in maniera decisa il confronto con il gruppo di sbandieratori toscano, gruppo di fama internazionale dieci volte campioni d’Italia.

Gli artisti corinaldesi hanno concluso lo spettacolo tra ben cinque minuti ininterrotti di applausi, il pubblico non poteva trattenere l’emozione dello spettacolo a cui aveva appena assistito. Per chi volesse provare le stesse forti emozioni del pubblico di Rimini, i ragazzi dell’Araba Fenice vi invitano il 7 Agosto a Corinaldo alle ore 21:00 al piazzale Gioco del Pallone.

Momento finale dello spettacolo svolto con le bandiere che portano lo stemma dell'Araba Fenice.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 luglio 2005 - 6237 letture

In questo articolo si parla di





logoEV