Che fine hanno fatto i consiglieri aggiunti?

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
La lettera inviata a Vicenzo Savini è stata letta nel consiglio comunale e fra gli uditori c'erano anche i due consiglieri aggiunti.
Quasi contemporaneamente a questa lettera ci sono state anche le bombe scoppiate a Londra che hanno causato la morte di 55 persone e di centimaia di feriti.

da Abdellah Manyani
abdellahmanyani@libero.it


Ed è strano il silenzio che ha caratterizzato le associazioni che si occupano degli stranieri e sopratutto i consiglieri aggiunti.
A proposito di questi è da dopo la loro campagna elettorale che non si vedono più. Forse non hnno capito bene il loro ruolo.

Mentre il sindaco si è scomodato e ha fatto visita a Via Carducci loro no.
Anche le associazioni degli stranieri dovevano fare di più, per esempio, avrebbero dovuto stampare dei volantini e distribuirli nelle principali vie spiegando la loro posizione riguardo a quello che è successo a Londra, e anche a proposito della lettera inviata al Dott. Savini e avrebbero dovuto anche mandarlo ai giornali.

Per questo mi sono deciso di scrivere questa lettera per dire la mia dopo aver aspettato invano che coloro che rappresentano gli stranieri facessero qualcosa.

Unica eccezione l'intervento di Malih Mohammed sulle pagine del Messaggero del 14 luglio che ha detto il suo punto di vista ha proposito della ormai famigerata lettera.

Intervento che è stato poi ripreso dal Signor Guido Fabbri per farne un apposito articolo su Vivere Senigallia. Molti commenti a questo articolo mosrano chiaramente nella lettera al Signor Savini si è esagerato.

La presenza degli stranieri in Via Carducci e Via Mamiani è dovuta soprattuto ai Call Center e per comprare qualcosa dagli stranieri che hanno negozi in questa zona e che ritardano la chiusura.

Molti vengono anche per stare con gli amici perchè è abitudine nei loro paesi incontrarsi per strada e nei Caffè.

Per quanto riguarda le risse e la pipì sui muri, dico ai sottoscrittori della lettera che ci sono le forze dell'ordine che compiono il loro lavoro e chi sbaglia deve pagare secondo le leggi in vigore.

E non abbiate paura degli stranieri, sono persone come voi.

Dell'integrazione devono occuparsi i partiti, le associazioni culturali, sportive e sociali che latitano quanto ad apertura verso gli stranieri.

Anch'io come straniero ogni volta che prendo il treno o la corriera, dopo quel che è successo a Londra ho paura.

Condanno fermamente gli autori di questa strage che ha mietuto vittime innocenti, separando la mamma dal lattante, il marito dalla sposa e il fidanzato dall'innamorata.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 luglio 2005 - 2472 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

25 luglio, 01:24
Come non condividere quello che hai scritto? Ma oltre alle lettere di presa di distanza da chi compie quelle azioni (ne ho lette diverse, ovviamente, in questi giorni), visto che gli stessi sono anche soliti frequentare luoghi di culto e di aggregazione, occorrerebbe che, prima di arrivare alle lettere in cui si condannano gli atti di cui parlavi, chi ne ha la possibilità collabori fattivamente con le autorità occidentali allo scopo di disinnescare le bombe prima che scoppino. Tu avresti meno paura, come chiunque, a salire sul treno o sulla corriera e l'integrazione sarebbe più facile, ci siano o no i consiglieri aggiunti. Le lettere postume vanno bene ma qualcuno vorrebbe anche pressioni, che vadano in tal senso, coi responsabili delle vostre comunità. <br />
<br />
--Pablo

Anonimo

25 luglio, 09:29
faccio finta di essere da Marzullo e quindi mi faccio una domanda e mi dò una risposta.<br />
domanda- quanto è serio il caso Via carducci?<br />
risposta-sicuramente c'è un disagio di base però a forza di ricamarci sopra ormai si sta avviando a diventare la ...bufala Via Carducci: una rilettura Melting pot in chiave beghe da rione di Integrati e Apocalittici.<br />
<br />
--malih

Anonimo

25 luglio, 09:33
Caro Pablo,<br />
credi sia cosa facile individuare i pazzi suicidi che seminano terrore? Magari fosse così!!!<br />
Ti ricordi le "nostre" brigate rosse o brigate nere? Anche loro mettevano bombe, uccidevano innocenti, vaneggiavano teorie assurde... E anche loro stavano tra noi insospettabilmente, eppure ci abbiamo messo trent'anni a debellarle.<br />
Il sig. Manyani sta parlando di via Carducci e del ruolo che dovrebbero svolgere i consiglieri aggiunti nel risolvere la questione. Allargare il discorso al terrorismo, solo perché chi scrive è musulmano non fa che mettere benzina sul fuoco dell'intolleranza. Almeno, io la penso così. Cerchiamo, per lo meno di fronte a questioni così gravi, di non essere "qualunquisti"...<br />
Certamente quello che suggerisci è giusto, MA CREDO CHE NON CI SIA BISOGNO DI SUGGERIRLO, e che anzi il suggerirlo già presuppone che diamo per scontata una silenziosa "complicità" tra musulmani, e questo credo sia PROFONDAMENTE OFFENSIVO per la maggioranza di loro. Forse che qualcuno ci suggerì, come popolo cristiano e italiano, di dissociarci dalle brigate rosse o dalle brigate nere? No, naturalmente, perchè era OVVIO che non eravamo associati al terrore...<br />
Sai, a volte le "parole sono pietre"...!<br />
Credo che dovremmo, invece, cercare di favorire un clima di fiducia reciproca tra persone serie, al di là della loro religione, proprio per rendere più facile il dialogo tra noi e, dunque (egoisticamente), anche la possibilità che chi eventualmente venisse a conoscenza di qualcosa di sospetto lo possa dire senza timore... Ad esempio, se tu sapessi - caro Pablo - che il tuo vicino di casa è un ladro, ma avessi la sensazione di poter essere perseguito anche tu solo per diffidenza nei tuoi confronti (sei un vicino di casa e, dunque, non puoi che essere complice), parleresti?<br />
Scusandomi con il sig. Manyani, buona giornata a tutti<br />
<br />
<br />
--Mariangela

Anonimo

25 luglio, 12:05
Cara Mariangela,<br />
pensare di trascorrere i prossimi trent'anni a contare i morti e cercare i dispersi non mi fa stare benissimo.<br />
Ho vissuto e lavorato assieme ai fratelli musulmani e in città evolute (secondo il pensare occidentale) come Il Cairo ho trovato bravissima gente (un "bravissima gente" non ironico) che inorridiva al pensiero delle stragi compiute in Algeria dagli integralisti e quando mostravo loro i quotidiani, non solo italiani, che riportavano tali notizie, mi dicevano che erano mistificazioni della stampa occidentale per gettare discredito sull'Islam. Non conosco il sig. Manyani, lo saluto, ma non credo di dovermi scusare con lui per quanto ho scritto. Gli sono vicino come sono vicino a coloro che manifestavano a Sharm contro il terrorismo.<br />
Mi scuso con tutti gli altri per essermi allontanato da Via Carducci guidato dalla rabbia per la morte di tanti amici musulmani (forse qualcuno ne conoscevo).<br />
<br />
--Pablo

Anonimo

25 luglio, 12:30
cara mariangela, non voglio fare il difensore di pablo, che gia' si sa difendere ma, vorrei sottolinerae un particolare se tu non te ne fossi accorta: tu sta colpevolizzando i morti degli attentati e non gli attentatori. e' anche con gli atteggiamenti come il tuo, che sembra positivo, ma non lo e', che si impedisce di trovare una giusta soluzione al dramma che stiamo vivendo. se tu ti senti in colpa per qualche cosa della tua civilta', non ci puoi colpevolizzare a priori tutti. Il signor Manyani, per me e' un uomo normale con tutti i suoi pregi e difetti e non e' un esemplare di specie in estinzione che va protetto.<br />
se ti dovessi sentire offesa di quanto sopra, ti chiedo scusa, ma cio' confermerebbe che ho ragione.<br />
<br />
<br />
--un cittadino stufo

Anonimo

25 luglio, 13:42
Non caro cittadino stufo (di che cosa? di straparlare?),<br />
Farò finta di no aver letto che io sto colpevolizzando i morti...!!!<br />
Vergognati! Ma vergognati sul serio!!!<br />
P.S. Naturalmente, non mi sento affatto in colpa per qualcosa della mia civiltà. E di cosa, poi?<br />
<br />
--Mariangela

Anonimo

25 luglio, 13:48
Caro cittadino stufo,<br />
scusa se intervengo, ma è il tuo punto di vista che mi sembra alquanto opinabile, oltre che estremistico.<br />
Dire di non fare di qualunquismi, significa forse difendere i terroristi...?<br />
Pensare, prima di parlare...!!!<br />
<br />
<br />
--:-(

Anonimo

25 luglio, 13:49
touche' !<br />
<br />
--un cittadino stufo

Anonimo

25 luglio, 13:56
caro --:-( ,<br />
non mi e' sembrato che pablo avesse fatto un ragionamento qualunquista. comunque ti do ragione, il mio ragionamento e' opinabile, guai se non lo fosse. Anzi ti diro' ne sono contento, vuol dire che non penso come la massa e vuol dire che penso....cogito ergo sum.....pensare prima di parlare.....!!!!<br />
cordialmente<br />
P.S: mi firmo un cittadino stufo perche' ho iniziato cosi' per caso ed ho continuato cosi' per caso...<br />
<br />
<br />
--un cittadino stufo

Anonimo

25 luglio, 18:36
non tutti gli islamici sono delinquenti ma hanno sicuramente un tasso di criminalità ben superiore a quello degli italiani.<br />
come spiegare altrimenti che pur essendo circa il 3 percento della popolazione riescono da soli a commettere quasi il 40 percento dei reati che si consumano annualmente in italia?<br />
<br />
<br />
<br />
--m.p.

Anonimo

25 luglio, 19:51
e non credo di essermi "allargato" oltremodo sul terrorismo:<br />
Manyani: "...stampare dei volantini e distribuirli nelle principali vie spiegando la loro posizione riguardo a quello che è successo a Londra....<br />
....Anch'io come straniero ogni volta che prendo il treno o la corriera, dopo quel che è successo a Londra ho paura.<br />
Condanno fermamente gli autori di questa strage che ha mietuto vittime innocenti, separando la mamma dal lattante, il marito dalla sposa e il fidanzato dall'innamorata..."<br />
E..."solo perchè chi scrive è musulmano" l'hai scritto tu!<br />
<br />
--Pablo

Anonimo

25 luglio, 20:41
Caro m.p.<br />
legga meglio le statistiche<br />
<br />
--:-)

Anonimo

30 luglio, 12:35
Ecco alcune osservazioni di personaggi illustri e che posano servire da consiglio per i commentatori:<br />
- Giacomo Biffi: " L'identità italiana è minacciata dall' alto numero di immigrati musulmani in Italia"e consiglia di bloccare i visti d'ingresso.<br />
_Francesco Gioia responsabile responsbile per l'immigrazione in vaticano ha chiesto l'integrazione degli immigrati nella società italiani invitando a distinguere fra islam fondamentalismo di matrice islamica.<br />
_A novembre 2000 la Sig. Ferrari membro di sinistra di Rodi ha la costruzione di una moschea e la lega guidata da Bossi ha fatto una manifestazione contro.<br />
Bisogna integrare anche gli immigrati di fede musulmana,ed è compito dei partiti e delle associazioni aiutarli in questo. <br />
_ Dico al Sig. Pablo e ai suoi amici che ci vuole più apertura e rispetto verso l'altro.<br />
_ Alla Sig. Mariangela mi congratulo per l'obiettività e ilò rispetto che mostra per le opinioni altrui.

ben ahmed

Commento sconsigliato, leggilo comunque

maroco

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV