Le assenze dell'Assessore Velia Papa ed i dubbi sulla politica culturale

2' di lettura Senigallia 30/11/-0001 -
Nella seduta del Consiglio Comunale di mercoledì il capogruppo di Forza Italia – Partito Popolare Europeo, Alessandro Cicconi Massi, ha stigmatizzato con forza l’ennesima assenza in aula dell’assessore alla Cultura, dott.sa Velia Papa.

da Alessandro Cicconi Massi
Capogruppo Forza Italia - Partito Popolare Europeo


Già nella precedente seduta di Consiglio Comunale, proprio durante le interrogazioni, il capogruppo Cicconi Massi ebbe modo di notare l’assenza dell’assessore alla cultura.

Mercoledì tale circostanza si è riproposta, l’assessore Papa non era presente, e come tale non poteva rispondere alle interrogazioni che i consiglieri avrebbero potuto rivolgerle.

Un comportamento inaccettabile, in quanto è dovere istituzionale, nonché atteggiamento di rispetto reciproco tra organi amministrativi che un assessore presenzi alla difficile e spesso scomoda fase delle interrogazioni ed interpellanze.
Non si possono addurre motivazioni di sorta, o giustificazioni, se non fondate da altri impegni istituzionali di maggiore gravità.

Non possono soprattutto essere addotte motivazioni attinenti all’attività professionale dell’assessore, come prontamente ha compiuto il sindaco, ergendosi a difensore d’ufficio dell’assessore alla cultura.
Il lavoro, ci spiace dirlo, viene dopo gli impegni che si prendono con la città e con il massimo organo rappresentativo dei cittadini, quale il Consiglio Comunale.

La dott.sa Velia Papa, deve entrare nell’ottica che in questo momento della sua vita sta ricoprendo un incarico di carattere politico, e deve comportarsi nel pieno rispetto delle regole, spesso scomode e qualche volta formalistiche della politica.
Non è più un semplice consulente esterno, esperto delle politiche teatrali del Comune, ma è un assessore nel pieno delle proprie funzioni, che oltre a rispondere al proprio Sindaco, deve rispondere al Consiglio Comunale ed alla città tutta.

Da citare inoltre un’altra circostanza nella quale sempre per impedimenti di natura professionale dell’assessore Papa, la commissione consiliare delegata al turismo, non ha potuto fissare in tempi ragionevolmente brevi una audizione dell’assessore stesso sugli eventi della stagione estiva predisposti dall’amministrazione.

Così mercoledì il Capogruppo Cicconi Massi, è stato costretto ad interrogare il Sindaco, sulle ragioni della quasi totale assenza della nostra città dal cartellone di spettacoli predisposto dalla rassegna INTEATRO di Polverigi, che toccherà più volte città come Ancona, Jesi e la stessa Polverigi, ma che interesserà Senigallia per un solo evento, oltretutto gia passato (Diabolus in Musica).

Rassegna, quella di INTEATRO, guarda caso diretta proprio dall’Assessore Velia Papa, in un insolita circostanza di sdoppiamento della personalità, da una parte assessore, dall’altra direttore artistico.
Cicconi Massi ha infatti proprio chiesto al Sindaco di chiarire quali fossero oggi i rapporti tra il Comune di Senigallia e l’associazione INTEATRO dopo la nomina di Velia Papa ad assessore, in un evidente circostanza di conflitto d’interessi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 luglio 2005 - 4232 letture

In questo articolo si parla di


melgaco

08 luglio, 12:42
Fare l'assessore non è obbligatorio.<br />
Se la signora Papa non ha tempo per farlo si dimetta.

Anonimo

08 luglio, 13:06
"Come prontamente HA COMPIUTO il Sindaco...?<br />
"ha compiuto"? Che vuol dire?<br />
<br />
"una audizione DELL' assessore"? Che ari-vuol dire?<br />
<br />
E i cartelloni degli spettacoli, non si fanno un anno prima? E in questo caso, che c'entra la Papa? Non è meglio interrogare o interpellare il Sindaco?<br />
<br />
E, per finire, se l'Inteatro quest'anno a Senigallia ci fosse stato più spesso, non avreste TUONATO contro il conflitto di interessi?<br />
<br />
Non ci capisco più niente!!!<br />
<br />
<br />
<br />
--:-)

Anonimo

24 luglio, 17:06
Giustissimo, c'è una contraddizione in quanto asserito dal capo dell'opposizione.<br />
Prima si lamenta che ci sono pochi spettacoli di in teatro e poi vuole giustificazioni in merito al possibile conflitto d'interesse.<br />
Senigallia vuole o non vuole gli spettacoli di inteatro?<br />
E allora si lasci lavorare l'assessore che è persona corretta e professionalmente valida.<br />
<br />
--mimmo117