Bello e Magnalbò candidano Malerba per rinnovare il centrodestra

Senigallia 30/11/-0001 -
Nelle Marche spesso la destra si presenta confusa e a volte, come a Senigallia, divisa.
Ma ci sono delle eccezioni. Il senatore Luciano Magnalbò, il sindaco Massimo Bello ed altri esponenti di AN lanciano la candidatura di Nicola Malerba.
Gianfranco Fini e Nicola Malerba



Alla presentazione della candidatura alla carica di Consigliere regionale di Nicola Malerba c'erano tutti i migliori uomini della destra Marchigiana.
Un gruppo di persone che vuole rilanciare il centro destra in regione. Nicola Malerba rappresenta una squadra di persone che vogliono restituire agli elettori di centro destra entusiasmo e Passione.
A Senigallia il centrodestra si presenta diviso, quando era necessaria, dice Malerba, una candidatura forte ed unitaria per ribaltare il governo di centrosinistra.
Ma quando si riescono ad evitare le divisioni dovute a personalismi eccessivi e si candidano gli uomini giusti i risultati per il centrodestra arrivano. E' il caso del Senatore Luciano Magnalbò a Fermo, del sindaco Massimo Bello ad Ostra Vetere, di Marco Gnocchini, consigliere comunale ad Ancona, Cristina Avenali, Consigliere a Castelleone, e tanti sindaci di comuni marchigiani e Renzo Aquili.

Malerba vuole rilanciare il territorio della vallata, con un maggior collegamento con le istituzioni. Se sarà eletto consigliere regionale in tutti i territori (Senigallia, Jesi, Fabriano ed Ancona) ci sarà un referente per rimanere sempre in contatto con il consigliere regionale.
Anche con il governo centrale ci sarà uno stretto legame, un filo, ricorda Massimo Bello, che va dal territorio fino al parlamento ed al governo. A differenza di quanto succede per i deputati del centrosinistra che non si vedono spesso nel territorio.

Le Marche sono una regione poco considerata a livello nazionale, a causa dello scarso numero di abitanti. Ma i marchigiani, ha sottolineato il Senatore Magnalbò, sono gente tosta che ha saputo costruire da sola la propria ricchezza, nonostante le scarse infrastrutture, un sistema bancario che non funziona e tutte le difficoltà. Proprio i marchigiani che lavorano 13 ore al giorno e che non hanno tempo di seguire la politica sono quelli a cui Malerba e la squadra che lo appoggia vogliono dare voce in regione.

Massimo Bello, Nicola Malerba, Luciano Magnalbò Il manifesto elettorale Nicola Malerba
Clicca per ingrandire








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 febbraio 2005 - 11939 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

13 febbraio, 23:56
Ma che rinnovo!!! Con la Mussolini potrai avere il rinnovo della Destra.

Anonimo

14 febbraio, 13:57
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

14 febbraio, 14:04
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

14 febbraio, 14:18
L'erba cattiva purtroppo non muore mai!!!

Anonimo

14 febbraio, 15:05
Se tutti quelli di destra conoscono l'italiano come te allora si capisce come ha fatto Bello a vincere. Tra ignoranti ci si intende!

Anonimo

14 febbraio, 15:37
Cristina Avenali, Consigliere a Castelleone<br />
<br />
Cristina Avenali non e' stata eletta in AN ma in una lista civica, Insieme per Castelleone, che ci tiene ad essere distinta da tutti i partiti.

Anonimo

14 febbraio, 16:43
Malerba ha dimostrato come consigliere comunale di Ripe di essere completamente inadatto a svolgere qualsiasi ruolo politico elettivo. Spero che i cittadini non si lascino abbindolare dai suoi sponsor "eccellenti" e valutino saggiamente le sue (scarsissime) capacità a rappresentarli.

michele

14 febbraio, 16:56
Cristina, se non erro, è iscritta ad AN, per questo ho scritto così.

Anonimo

14 febbraio, 19:35
SECONDO ME SOLO NEL NOSTRO PAESE LA GENTE NON SA PERDERE, VI RENDETE CONTO CHE VOI SIETE STATI SU PER VENT'ANNI..ADESSO E' L'ORA DI QUALCUN'ALTRO BASTA, COMUNQUE SIA STATE PERDENDO DI VISTA IL FATTO CHE IL SINDACO BELLO NON HA FATTO UN COLPO DI STATO MA LA GENTE LO HA VOTATO, E' QUESTO CHE NON RIUSCITE A CAPIRE E A MANDARE GIù!!!BASTA CI AVETE STUFATO E SIETE RIDICOLI!!!!!!!!

Anonimo

14 febbraio, 19:39
INVECE SI E' VISTO CON I FATTI QUANTO SONO STATI COLTI QUELLI DI SINISTRA!

Anonimo

14 febbraio, 22:06
Il sindaco di Ostra Vetere è stato democraticamente eletto, ma il 47% dei cittadini di Ostra Vetere hanno votato il Centrosinistra e vuole che costoro difendano i loro ideali.<br />
Pertanto, io che non sono consigliere e, mi auguro, ancor di più chi democraticamente è stato eletto in consiglio, ci batteremo per osteggiare questa politica destrorsa che pensa solo all'apparire e non all'essere.<br />
Finchè ci sara liberta di espressione, (e ancor più se non ci fosse) non ci stancheremo di criticare con i fatti e democraticamente l'operato di chi opera contro i nostri ideali.<br />
Ridicolo è chi fa attacchi come il tuo e non porta argomentazioni concrete al dibattito.<br />
Un ostraveterano di Sinistra.

Anonimo

15 febbraio, 10:48
Esatto, ma potrebbe essere iscritta anche al circolo dell'ippica, non per questo in consiglio comunale rappresentera' il circolo dell'ippica, ne AN, bensi' la lista civica in cui e' stata eletta.

Anonimo

16 febbraio, 18:30
sono pochi anni che abito ad OSTRA VETERE, ma credo che IL SINDACO e la sua giunta abbiano vinto non per i programmi, ma per aver parlato male della vecchia giunta,come faceva a SENIGALLIA

Anonimo

16 febbraio, 20:16
Sia per aver parlato male che per aver promesso mari e monti che poi non ha mantenuto!




logoEV