''Montenovo in festa'' tra le mura di Ostra Vetere

Senigallia 30/11/-0001 -
OSTRA VETERE - Le iniziative di gennaio, previste nel cartellone di "Notti Magiche ad Ostra Vetere", si concluderanno, come i fuochi d’artificio, con la "batteria" finale della Manifestazione "Montenovo in Festa – Festival delle Cantine nel Borgo Medioevale", che si svolgerà venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 gennaio nel Centro storico di Ostra Vetere.

dal Comune di Ostra Vetere
www.comune.ostravetere.an.it


Il particolare centro storico sarà illuminato da fiaccole lungo le vie e con l’aiuto di antiche insegne il visitatore troverà indicata la strada per le cantine dove potrà rifocillarsi centellinando bevande e assaporando carni alla brace o scodellati legumi su tavolate imbandite dal gusto arcaico.

La vita del borgo medioevale sarà animata da esposizioni, mostre-mercato, di artigiani e commercianti che proporranno tipicità e particolari manufatti. Un occasione di festa che già vede le associazioni locali e l’Amministrazione comunale impegnate per la sua riuscita.

Le strade del centro storico si animeranno restituendoci quelle suggestive atmosfere di una volta con caratteristiche taverne allestite fra gli ambienti più belli dislocati all’interno delle mura cittadine.

All’interno della manifestazione anche il Concorso della prima selezione degli oli extravergini di oliva dal titolo “La raggia delle Marche”. Il concorso e la selezione hanno lo scopo di contribuire alla promozione della cultura dell’olio extravergine di oliva da varietà Raggia, prodotto principalmente nella nostra provincia. Un modo per farne conoscere, apprezzare e valorizzare le sue caratteristiche e le sue qualità.

Una iniziativa, che per tre giorni coinvolgerà in maniera considerevole Ostra Vetere in un carosello di intrattenimenti vari, con gruppi folcloristici itineranti, menestrelli, esposizioni artigianali e di prodotti tipici che, nel Borgo Medioevale, faranno da contorno all’attività frenetica dei cantinieri lieti di accogliere quanti vorranno "magnà e bè n’te le cantine come ‘na volta", tra profumo di botti ed abboccati vini, riassaporando gli antichi piaceri "de Montenovo" sempre più preziosi alla memoria.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 gennaio 2005 - 1738 letture

In questo articolo si parla di


Tamata

27 gennaio, 15:34
Bella la manifestazione.<br />
Ma come mai il sindaco si da tanto da fare tra Cantanti e guinness dei primati ma nessuna manifestazione per il Giorno della Memoria???<br />
<br />
Qualche difficoltà a cancellare "i fasti del passato?"<br />
<br />

melgaco

27 gennaio, 15:50
Adesso non vorrai farmi credere che i 6 milioni di ebrei li abbia uccisi Massimo Bello?

Anonimo

27 gennaio, 17:27
Massimo Bello non ha ucciso gli Ebrei, ha ucciso Ostra Vetere trasformandolo di fatto con le sue stupide esternazioni nel paese più deriso della zona.

melgaco

27 gennaio, 17:42
Saranno belli i tim tour o le feste di capodanno di Nardella & c. o l'immobilismo assoluto di tutti gli altri paesi del circondario...

Anonimo

27 gennaio, 18:28
Ma che dici? Ma li conosci gli altri paesi del circondario? Fanno molto e anche di più di Ostra Vetere e anche molto meglio! Solo che non danno un articolo alla stampa per ogni stronzata! Nessun altro sindaco è così vanitoso da pubblicare ogni stupidaggine!

Tamata

28 gennaio, 02:53
Non ho detto che li ha uccisi lui ma non mi sembra abbia fatto qualche manifestazione alla memoria.<br />
Del resto se ben ricordo c'era un manipolo di ragazzi che all'epoca si presentava a scuola la mattina del 25 aprile, ora mi sfugge se ci fosse anche lui o meno.

Anonimo

31 gennaio, 17:47
Cmq la giornata della memoria l'ha fatta quattro o cinque giorni prima intitolando una piazza a Giorgio Perlasca che di ebrei ne salvò diversi. Forse nemmeno l'opposizione di Ostra Vetere lo sapeva visto che nessuno dei suoi rappresentanti era presente... un grande stile direi.<br />
E informati meglio. Saluti




logoEV