La Giunta trova l'accordo sull'area Sacelit

Senigallia 30/11/-0001 -
L'area Italcementi verrà ceduta al Comune, l'area Sacelit sarà edificata dalla Vecchia Darsena srl.
Ci sarà un terzo collegamento (pedoanle e fisso) tra i lungomari.
La percentuale della superfice dedicata agli appartamenti, non ancora definita nei dettagli, sarà inferiore al 50%.

di Michele Pinto
michele@viveresenigallia.it


Tanti i lavori che verranno effettuati a carico del soggetto attuatore: i parcheggi, il sottopasso di via Mamiani, il collegamento dei lungomari, i due ponti mobili, il consolidamento della ciminiera, il sottopasso del Cesano, un parco urbano ed una piazza. A questi si aggiunge anche un terzo collegamento tra i lungomari, un collegamento pedonale non interrotto da ponti mobili e diretto, che costeggerà il ponte ferroviario.
Il Comune ha riservato a se la parte di maggior pregio dell'area, quella a sud dove oggi sorge l'Italcementi.
Per organizzare al meglio questa zona verrà effettuato uno studio socio-economico di alto livello, per sapere cosa è più adatto, a livello turistico sociale ed economico, per la città. Tra le tante proposte anche un centro congressi ed un museo dedicato a Mario Giacomelli.
L'accordo prevede una superfice edificabile ad abitazioni inferiore al 50%. I dati precisi non sono ancora stati divulgati.
Il piano così formulato andrà all'esame del Consiglio Comunale nelle prossime settimane forte dell'appoggio di tutta la maggiornaza che sembra aver ritrovato compattezza.

Cantano vittoria i Verdi. "Abbiamo contenuto la cementificazione dell'area - dichiara Luciano Montesi - possiamo ritenerci soddisfatti, ma non dimentichiamo che la cubatura sarà comunque 2 volte e mezzo quella delle piramidi".





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 ottobre 2004 - 1722 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

29 ottobre, 23:26
Cari Verdi io vi ho sempre votato e suppongo che vi voterò ancora, ma che siete schematici devo dirvelo.<br />
Mannaggia!!! ma che significa cantar vittoria su un contenimento dei volumi edificati in una zona come quella, sulla percentuale pubblico-privato potrei convenire, anche se continuo a pensare che comunque di questo intervento Senigallia ha bisogno in tempi non biblici e solo capitali privati possono intervenire sempre che ne ricavino un tornaconto, spero che la giunta nel suo insieme sappia fare i conti e sappia valutare fino a che punto si può stirare il più possibile nella trattativa con la proprietà, senza oltrepassarlo e mandare tutto a puttane.<br />
Riguardo all'esultanza rispetto al contenimento delle cubature tuot court, mi sembra altamente insensata per quel luogo, non siamo alla foce del Cesano, ma nel centro della città, qui quello che conta in primo luogo, olte alla funzione sociale ed economica dell'intervento, è la qualità architettonica e urbanististica, penso che in un luogo come quello sia preferibile un certo grado di "maestosità" esteticamente valida. Se no con la logica opposta dovremmo preferire un campanile di Giotto alto la metà o una basilica di S. Pietro in scala 1 a 2.<br />
ANONIMO

Anonimo

30 ottobre, 01:08
Tutte fandonie!!!!!!!!<br />
Risulta invece che la proprietà ha ritirato il proprio progetto dalla disponibilità del Comune (che non ha alcun progetto suo......).<br />
La giunta comunale ha deliberato, in delirio di onnipotenza, solo "aria fritta".<br />
Il consiglio comunale non potrà mai deliberare una pratica illegittima dove si impone ad un privato, non consenziente, di eseguire opere pubbliche a proprio carico per cifre astronomiche.<br />
Ne vedremo delle belle!<br />
A questo punto, per dovere di corretta informazione, gli organi di stampa non possono esimersi dal chiedere al sindaco Angeloni, all'assessore Stefanelli ed agli altri assessori se la proprietà ha firmato o meno per accettazione il piano d'area "confezionato" dalla giunta per motivi elettorali, ben sapendo che invece rimarrà sulla carta!<br />
Cosa diranno ai loro elettori in primavera?

Anonimo

30 ottobre, 13:19
Non penso che sia soltanto propaganda elettorale.<br />
Finalmente pare si sia arrivati alla soluzione... perche' non essere contenti del fattoi che finalmente potremmo dimenticarci dell'amianto?<br />
Ottima la proposta del museo per il maestro Giacomelli: una giusta risposta al cattivo trattamento della sua immagine. Insomma un artista come lui e' stato trattato come una m....<br />
La cosa importante e' portare a termine i lavori ..<br />
penso che sia passato il momento delle discussioni e sia arrivato quello di rimboccarsi le maniche !<br />
BUON LAVORO A TUTTI.

Anonimo

30 ottobre, 13:20
Sei rimasto indietro di una settimana!<br />

Anonimo

31 ottobre, 13:49
Spero proprio che tu abbia ragione e che tutti, ma proprio tutti, facciano del loro meglio per il bene di Senigallia, quindi mi associo con entusiasmo al tuo augurio: BUON LAVORO A TUTTI!!!<br />
ANONIMO

Anonimo

02 novembre, 12:05
Certo che ci capisci poco di urbanistica...<br />
E' normale che le opere di urbanizzazione primaria e secondaria vengano appioppate all'impresa costruttrice.... e poi stiamo parlando di pubbliche amministrazioni .... sono loro ad avere il coltello dalla parte del manico.




logoEV