Agenda 21 arriverà in Malesia

Senigallia 30/11/-0001 -
Alimentare e rafforzare l’amicizia tra i popoli: questo il segno che la Provincia di Ancona ha voluto dare all'incontro, avvenuto lunedì 25 ottobre con la delegazione malese, ospite del Comune di Ancona.

dalla Provincia di Ancona
www.provincia.ancona.it


La visita è stata organizzata per approfondire le tematiche legate ai processi di Agenda 21, attuati dall’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Ancona.
Siamo in un mondo in cui prevalgono culture violente che si manifestano con la guerra e il terrorismo noi, invece, cerchiamo il confronto e la cooperazione”, con questo saluto il Presidente Enzo Giancarli ha accolto gli otto rappresentati della regione Malese del Perak, guidata da Ko Youn Chang, rappresentate del governo locale. Si tratta di una regione in cui alcuni comuni hanno iniziato ad attuare processi di Agenda 21, un metodo di programmazione degli interventi e dei progetti che valorizza la partecipazione dal basso: “Un processo democratico, scelte strategiche riguardanti lo sviluppo del territorio che, ormai da qualche anno, attraverso numerosi forum tematici, hanno connotato il lavoro della nostra Provincia”, come ha ricordato l’Assessore all'Urbanistica e Ambiente, Patrizia Casagrande.
A rispondere alle domande poste dal malese Chang sulle diverse fasi di realizzazione del progetto di ecosviluppo del territorio della provincia di Ancona: “Peter Pan”, i “Facilitatori” di Agenda 21, Daniele Sassaroli, Manuela Mancinelli, Raffaella Pergolini, Chiara Palanca, Marco Piloni. La regione del Perak è interessata da attività estrattive ed ora è impegnata in un intenso lavoro di recupero ambientale delle vecchie zone di miniera, perciò l’interesse degli ospiti malesi è andato anche ai progetti della Provincia in tema di attività di cava e di recupero di zone minerarie. Di questo hanno discusso con Massimo Sbriscia, Dirigente del Settore Ambiente e Paolo Sandroni, Responsabile dell'Area Difesa del Suolo, visitando successivamente il Museo Minerario di Cabernardi. Un progetto di Parco Minerario, ora in fase di definizione statutaria e gestionale, voluto dall’Assessorato all’Ambiente della Provincia: “per non perdere la memoria di quei luoghi – come ha detto l'Assessore Casagrande – e di ciò che ha significato per i minatori e per la comunità tutta".

L'incontro della delegazione malese L'incontro della delegazione malese
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 ottobre 2004 - 2687 letture

In questo articolo si parla di