Massimo Bello sulla scia di Cristoforo Colombo

Senigallia 30/11/-0001 -
Il Sindaco di Ostra Vetere, Massimo Bello si è recato presso le scuole Medie, Elementari e Materne visitando una per una tutte le classi e portando in dono "L'Atlante delle esplorazioni".

dal Comune di Ostra Vetere


È la prima volta che viene celebrata la giornata dedicata a Cristoforo Colombo. Il 12 ottobre, il Sindaco di Ostra Vetere, Massimo Bello si è recato presso le scuole Medie, Elementari e Materne visitando una per una tutte le classi e portando in dono “ L’Atlante delle esplorazioni” proprio per ricordare la conquista dell’Italiano che con spirito di avventura e di conoscenza, scoprì l’America nel 1492. Per il prossimo anno si sta già pensando ad una mostra anche di pochi giorni per approfondire questo tema con percorsi culturali e didattici nelle scuole.
Dopo l’incontro con gli studenti, il Sindaco alle ore 12.00, ha ricevuto in Comune, nella sala “Agostino Peverini” il Direttore dell’Istituto Comprensivo di Corinaldo Cingolani, alcuni ex insegnanti, l’ex Direttore Didattico Tinti e la cittadinanza di Ostra Vetere.
Ospite d’eccezione, Giovanni Martines Augusti, docente all’Università la Sapienza di Roma e Giornalista RAI che dopo il discorso di apertura del Sindaco è intervenuto sul tema della celebrazione in onore del genovese Cristoforo Colombo.
Il Sindaco ha illustrato in breve le vicissitudini di quest’uomo che, spinto dallo spirito di avventura e di conoscenza, ci ha trasmesso un grande insegnamento: ”ciò che vogliamo fare, dobbiamo farlo nella convinzione di riuscirci, per essere navigatori della vita.
Martines elogia il Sindaco per come ha organizzato questa giornata commemorativa e per come ha presentato la figura dell’esploratore italiano, tanto che “Viene da pensare - dice – che Cristoforo Colombo sia nato a Ostra Vetere”.
Anche nel manifesto celebrativo, pensato dal Sindaco, è significativo il fascio di luce tricolore che parte dalle guglie del campanile di Ostra Vetere per arrivare fino al fuoco della fiaccola della Statua della Libertà di New York e sullo sfondo raffigurante il viso di Cristoforo Colombo.
Il primo cittadino Massimo Bello ha collegato il viaggio di Cristoforo Colombo al viaggio della vita di ognuno di noi, al viaggio che intraprese Agostino Peverini, uomo a cui è stata intitolata la sala consiliare, quando da semplice mezzadro eletto al parlamento, lasciò Ostra Vetere alla volta di Roma, dove tenne alto il nome del paese di provenienza e, a quello intrapreso recentemente anche dall'attuale amministrazione, che porterà a far conoscere Ostra Vetere nel mondo.
Ha accennato ai gemellaggi intrapresi dal Comune, alla mostra di Tolkien “Il Signore degli anelli”, alle tante manifestazioni culturali organizzate e in programma, che faranno conoscere sempre di più il Paese che lui rappresenta.
Tra gli appuntamenti ricordati quello con Giovanni Martines Augusti che è previsto per VENERDI 15 OTTOBRE alle ore 21.00 presso la sala del cinema a piano terra del CHIOSTRO S.FRANCESCO nella centrale Piazza della Libertà, sul tema: “L’arte del comunicare: dai quattro evangelisti a Sergio Zavoli”. Una giornata davvero speciale, quella dedicata a Cristoforo Colombo che si è conclusa con la visita all’affresco del 1472 custodito nell’Ufficio del Segretario Comunale, restaurato ad Urbino, opera realizzata 20 anni prima della scoperta dell’America.
Significativa la raffigurazione del bambino con un mappamondo in mano, dove vengono rappresentati i continenti tranne l’America perché non ancora conosciuta nel 1472.
Da ultimo, è bene ricordare che le confraternite di Ostra Vetere onorarono Cristoforo Colombo nel 1992 ad Ostra Vetere al Convegno delle Confraternite nel Convento di S. Pasquale in occasione del V centenario della scoperta dell’America in quanto lui stesso faceva parte a Genova, sua città natale, della Confraternita di S.Caterina. m. a. m.


La cerimonia in municipio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 ottobre 2004 - 2695 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

13 ottobre, 12:00
come in tutti gli articoli postati dal comune di Ostra Vetere, è difficile distinguere tra informazione (sui fatti accaduti) e celebrazione (della persona del sindaco).<br />
Aggettivi inutili, commenti superflui e le immancabili foto di Bello... semplicemente vergognoso!<br />
Almeno abbia la decenza di firmarli personalmente e non come il resoconto delle vicende di un paese intero.<br />

Anonimo

13 ottobre, 14:21
Caro amico non pretendi un po' troppo?<br />
Pretendere che Massimo Bello non si faccia pubblicità, non usi aggettivi inutili o non faccia commenti superflui ... è come pretendere che un gelato non si sciolga sotto il sole!<br />
<br />
State pur tranquilli che il caro Sindaco farà di tutto per se e la sua immagine, e poco o niente per il paese.<br />
<br />
Però siate contenti ... siete sempre in prima pagina<br />
... perfino giù in Ancona ci ridono sapete?<br />
Un abbraccio a tutti gli amici di Ostra Vetere.

Anonimo

13 ottobre, 14:57
Caro anomino per 20 anni non c'è stato nulla su cui informare o celebrare, nè foto dignitose da pubblicare o aggettivi migliori da affidare o commenti interessanti da fare. Tu sei il migliore esempio del passato.<br />
Cittadina risentita

Anonimo

13 ottobre, 18:06
cittadina risentita apri gli occhi prima che non sia troppo tardi saluti

Anonimo

13 ottobre, 18:07
cittadina risentita apri gli occhi prima che non sia troppo tardi saluti

Anonimo

14 ottobre, 18:37
caro camerata io non odio gli americani come voi avete fatto durante la fine del tragico ventennio ma non condivido la politica fatta da governi americani che hanno usato la liberazione per sottomettere polticamente ed economicamente altri stati senza contare il genocidio dei pellerossa veri AMERICANI [Difensori delle identità nazionali siete voi o no?]

Anonimo

13 ottobre, 18:47
credo che questa commemorazione in qualche parte del mondo non sia molto gradita perchè da quel giorno molte etnie hanno perso la loro libertà.Molte sono state annientate quindi non capisco di cosa vada fiero il sindaco Bello se non fosse che sia tutta una strumentalizzazione politico fascista

Anonimo

13 ottobre, 20:55
Caro amico, avrei preferito che Ostra Vetere restasse il "paese addormentato" che dice il sindaco piuttosto che lo zimbello di tutta la provincia!

Anonimo

13 ottobre, 23:52
Caro COMPAGNO.<br />
Vedo con piacere che tanto per cambiare sventoli la tua ignoranza di fronte a tutti.....<br />
Ma come, prima vi lamentate che non vi ha celebrato la vostra festa della "Liberazione", avvenuta grazie al sacrificio di migliaia di soldati provenienti dalla tanto ODIATA AMERICA (odiata da voi comunisti), ed ora che celebra una data storica, volenti o nolenti, per tutto il mondo non vista di nuovo bene?<br />
Ma insomma non è che si può festeggiare solo il 17 dicembre....o l'anniversario della rivoluzione cinese o cubana, o il ricordo delle stragi effettuate dai cmer rossi o dai viet cong.<br />
Aprite un pò il vostro cervello....e spalancate gli orizzonti.<br />
E tranquilli, per i prossimi anni di governo Bello!<br />




logoEV