Ostra: l'aumento d'indennità del Sindaco grava sul Bilancio

30/11/-0001 -
Il Gruppo Consiliare di Minoranza Progetto Ostra ha espresso un commento nei confronti della variazione di Bilancio per l'anno 2004.
La questione sarà discussa in Consiglio Comunale giovedì 30 settembre, nella sede Municipale, alle ore 21.

dal Gruppo Consiliare Progetto Ostra


Si sottolinea che il Comune di Ostra, con la variazione di Bilancio all’Ordine del Giorno provvederà ad applicare il Decreto Taglia-Spese (legge n.191/2004) che prevede per i Comuni che non abbiano rispettato il Patto di Stabilità (ed Ostra non ha rispettato il patto di stabilità) di contenere la spesa sostenuta nell’anno 2004, assicurando che non sia superiore alla spesa annua mediamente sostenuta negli anni dal 2001 al 2003, ridotta del 10%; nel taglio, secondo quanto espressamente indica la legge n.191/2004, devono essere inserite le spese per l’acquisto di beni e servizi, per gli incarichi di consulenza, per la rappresentanza mentre devono essere escluse le spese per prestazione di servizi correlati a diritti soggettivi dell’utente (funzioni nel sociale, pubblica istruzione, polizia locale, smaltimento rifiuti, gestione del territorio ed ambiente, trasporto alunni, mensa scolastica, etc..).

Mentre il Governo Nazionale è impegnato in una politica di contenimento della spesa pubblica accade che gli amministratori locali del Comune di Ostra, in testa il Sindaco Cioccolanti, subito dopo l’elezione del giugno 2004 (vedi la delibera di Giunta n. 85 del 31.7.2004), si sono aumentati le indennità andando a gravare sul Bilancio Comunale per un importo complessivo che sarà per l’anno 2005 superiore a quello del 2004 di 13000 euro circa (ben oltre 25 milioni di vecchie lire).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 settembre 2004 - 1982 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

01 ottobre, 00:21
tutta invidia. se voi eravate al loro posto avreste fatto sicuramente peggio. E il governo nazionale contiene la spesa solo per chi non dovrebbe, avvantaggiando invece chi non ne avrebbe bisogno...




logoEV