Il taglio del governo mette a rischio i servizi ai cittadini

Senigallia 30/11/-0001 -
Irresponsabile, vessatorio e lesivo dei diritti dei cittadini e dell’autonomia costituzionalmente riconosciuta agli enti locali: questo il giudizio con cui il Consiglio Comunaledi Senigallia si è espresso, attraverso un ordine del giorno approvato nell’ultima seduta (contrari i rapresentanti della Casa delle Libertà) nei confronti della manovra economica correttiva varata dal Governo con il decreto legge n° 168.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


“È indispensabile – si legge nell'ordine del giorno – che gli enti Locali ad agosto siano in condizioni di tagliare il 10% della spesa corrente sui bilanci già approvati e con capitoli di spesa notevolmente impegnati (basti inoltre considerare il solo fatto che la spesa per il personale, in virtù del nuovo contratto nazionale di lavoro sottoscritto dal Governo, è aumentata di oltre il 6%).”
Questa manovra rischia di compromettere “il già fragile equilibrio economico dei Comuni, che negli ultimi anni hanno dovuto superare enormi difficoltà a causa dei ripetuti tagli ai trasferimenti, per assicurare il pareggio dei bilanci.”
Le spese delle autonome locali “sono diventate ormai quasi tutte incomprimibili, a meno che non si ritenga praticabile tagliare i servizi indispensabili per i cittadini, soprattutto per quelli in condizioni di maggior disagio, determinando in tal modo il peggioramento delle condizioni di vita di milioni di persone.”
I Comuni, le Province, le Regioni sono parte della Repubblica a pari dignità con lo Stato e intendono collaborare – come sempre hanno fatto – alla crescita complessiva del sistema Paese e al risanamento della finanza pubblica. Questo doveva impegnare il governo ad attuare una pratica politica fondata sul confronto e il dialogo con gli Enti Locali.
“Un atto irresponsabile, vessatorio e inattuabile come quello della manovra finanziaria correttiva – si legge ancora nell'ordine del giorno approvato dal Consiglio Comunale – dimostra quale sia il valore e significato che il Governo intende dare all’idea di federalismo.”





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 agosto 2004 - 1771 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

03 agosto, 16:21
Trovo veramente assurdo che si possa discutere durante il consiglio comunale di Senigallia un simile ordine del giorno.