Nascondeva la posta, licenziata

Senigallia 30/11/-0001 -
Una donna, residente a Senigallia e impiegata presso l'Ufficio Postale come portalettere, è stata licenziata e denunciata per soppressione della corrispondenza.



Il fatto risale ad alcuni mesi fa, quando la donna era ancora addetta al servizio di consegna della posta.
I residenti della zona di sua responsabilità hanno denunciato il fatto che nessuna lettera, cartolina o bolletta veniva più recapitato nel loro quartiere.
Il problema non era di poco conto ed è stata immediatamente avvertita la Polizia Postale che ha avviato le prime indagini.
E' emerso che non si trattava di un problema di malagestione; dopo una serie di controlli gli agenti sono risaliti alla responsabile ed hanno effettuato un sopralluogo a casa della postina.

Sono stati rinvenuti circa 100 kg di posta nascosti nel sottoscala della donna accusata.
L'ex dipendente della posta ha rinuciato al diritto di difendersi ed ora, dopo ad aver perso il suo lavoro a tempo determinato, dovrà rispondere dell'accusa di soppressione di corrispondenza davanti al giudice.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 luglio 2004 - 2239 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

23 luglio, 14:41
purtroppo non ci sono commenti da fare!!!!!!!!<br />




logoEV