Apre il Centro Commerciale dei rifiuti

Senigallia 30/11/-0001 -
Dall'8 luglio oltre alla classiche campane per il riciclaggio ci sarà un centro in cui per ogni kg di materiale riciclabile si avrà un bonus di 0,26 € sulla Tassa Rifiuti.

di Sara Santini
sara@viveresenigallia.it


L'8 luglio alle 18 verrà inaugurato, in Località Borgo Ferretti lungo la Strada Provinciale Arceviese, il Centro Ambiente cioè una struttura che ci permetterà di riciclare alluminio e banda stagnata, carta e cartone, materie plastiche, vetro, legno, materiali inerti da demolizioni, rifiuti compostabili (scarti di giardinaggio, residui di potature), rottami ferrosi. Portando questi rifiuti riciclabili al Centro Ambiente si avrà diritto ad un bonus di 0,26 €i per ogni kilogrammo di materiale dello stesso tipo sulla Tassa Rifiuti.
L' iniziativa nasce dalla collaborazione dell'Assessorato alla Qualità Urbana di Senigallia e dell'Assessorato all'Ambiente e Urbanistica di Ancona. La percentuale di raccolta differenziata è uno dei parametri per l'assegnazione della Bandiera Blu d'Europa.
L'accesso al centro sarà consentito solo all'utenza domestica per incentivare la raccolta differenziata e per sensibilizzare i cittadini. La struttura può essere paragonata ad un supermercato dove i cittadini avranno a disposizione un carrello per i rifiuti, una bilancia su cui selezionarne il tipo e poi pesare; si lascerà poi il nome del familiare a cui sono intestate le tasse e si riceverà il bonus fino ad un massimo di 50 Euro annui. Il centro sarà aperto tutti i giorni feriali mattino e pomeriggio dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00; il sabato sarà aperto solo il mattino con lo stesso orario. Accanto a questo progetto rimarranno in funzione i 122 punti di raccolta differenziata dislocati sul territorio comunale in modo da permettere a tutti di riciclare.
Inoltre considerando che il centro può essere lontano e scomodo per certe zone della città si sta progettando di aprirne altri due: uno a nord della città nella zona del Centro Commerciale “Il Maestrale”, ed un altro a sud nell'area dell'ex depuratore di Marzocca.
A partire da fine anno a livello sperimentale su circa 150 famiglie si tenterà un progetto di autorecupero domestico della frazione umida dei rifiuti urbani.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 luglio 2004 - 2065 letture

In questo articolo si parla di





logoEV