Commercianti in consiglio comunale

Senigallia 30/11/-0001 -
I commercianti vanno in aula consigliare per assistere alla discussione sul piano del centro, ma questa viene posticipata alla seduta successiva.
Rabbia nei commercianti. I consiglieri di opposizione abbandonano l'aula.

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Il Consiglio Comunale ha approvato nella seduta di ieri il rendiconto finanziario 2003.
La seduta è iniziata con la presenza di numerosi commercianti del centro storico, intervenuti per protestare contro il piano del centro storico. I gruppi della Casa delle Libertà avevano presentato una mozione per discutere dell’argomento nel corso della seduta, ma secondo il regolamento tale mozione poteva essere inserita soltanto nell’ordine del giorno del primo Consiglio Comunale successivo. Unica eccezione a questa procedura poteva essere ravvisata in motivi di urgenza che però la conferenza dei capigruppo non ha ritenuto sussistere. Le forze della minoranza hanno allora deciso di abbandonare l’Aula per solidarietà con i commercianti. Il solo Consigliere Claudio Crivellini, capogruppo di Allenza Nazionale, ha continuato a partecipare alla seduta, assieme al neo Consigliere, Paola Martinelli, subentrata nell’assise consiliare come prima dei non eletti nella “Lista Massacesi - Patto per Senigallia” al posto di Massimo Bello, che ha rassegnato le sue dimissioni per incompatibilità con la nuova carica di Sindaco di Ostra Vetere.
Nella parte iniziale della seduta si sono registrate interrogazioni da parte dei Consiglieri Schiavoni, Carli, Onori e Paradisi. È seguita quindi la surroga di cui sopra, approvata all’unanimità dall’Assemblea. I verbali delle precedenti sedute sono stati approvati con la sola, naturale astensione del neo Consigliere Martinelli, che allora non sedeva in Consiglio. La stessa Martinelli si è astenuta naturalmente anche sul conto consuntivo, che è stato approvato dopo la mezzanotte con 16 voti favorevoli e il voto contrario del Consigliere Crivellini.
Avendo completato interamente il programma dell’ordine del giorno, il Consiglio non tornerà ovviamente a riunirsi per le eventuali sedute di prosecuzioni fissate per oggi e domani.

Nota dell'amministrazione
Il Consiglio Comunale, massima istituzione cittadina, convocato nella serata di lunedì per affrontare il conto consuntivo 2003, è stato utilizzato da alcune decine di persone per sollevare una protesta pubblica nei confronti dell’Amministrazione in merito alle previsioni del piano del riordino della sosta e del traffico nel centro città. Fin qui nulla di male, se non fosse per il fatto che il comportamento di alcune delle persone presenti nell’Aula è fuoriuscito in certi frangenti dai binari di una civile protesta.
Preme anche sottolineare come sia risultato perlomeno discutibile il comportamento di alcuni componenti del Comitato sorto per l’occasione, che nel pomeriggio di ieri avevano assunto una posizione di confronto reciproco nel corso dell’incontro svolto presso la Residenza Municipale con rappresentanti istituzionali e in serata, durante la seduta del Consiglio Comunale, hanno invece organizzato e messo in scena una protesta che ha certamente trasceso il limite invalicabile del rispetto delle persone.
Nello stigmatizzare quanto accaduto la sera scorsa, la Giunta Municipale conferma che il progetto della nuova mobilità nel centro storico andrà avanti regolarmente e ribadisce la disponibilità e l’apertura rispetto a quei rappresentanti delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sociali che vogliano avanzare suggerimenti e proposte ritenuti migliorativi, da portare al tavolo della verifica del prossimo autunno.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 giugno 2004 - 1756 letture

In questo articolo si parla di





logoEV