Bagno di folla per Bello

Senigallia 30/11/-0001 -
Sabato sera, in piazza, si è svolto il primo consiglio comunale di Ostra Vetere. Tanti cittadini scelto di partecipare.

di Matteo Mariani
In collaborazione con Carta Canta


Sabato 26 Giungo. I primi passi della nuova giunta comunale del noto centro collinare sono stati mossi all’insegna delle novità.
Il neo-eletto sindaco Massimo Bello, trentacinquenne senigalliese, capofila della lista Patto per Ostra Vetere, ha infatti proposto un’insolita sede per ospitare il primo consiglio comunale dopo le elezioni del 13 giugno: l’antico chiostro di San Francesco, risalente al XII secolo, adiacente a Piazza della Libertà.
Alle ore 21,30, in una cornice di pubblico davvero impressionante, il sindaco Bello ha formalmente accertato la regolare composizione del consiglio, che vede come rappresentanti della maggioranza Gaetano Truffellini, Rolando Rossi, Rita Aquili, Carlo Casagrande, Stefano Nacciarriti, Sandro Esposto, Daniele Rotatori, Francesca Paternoster, Marianna Mancini, Astra Saturni, Daniele Api, e come esponenti della minoranza Lorella Campolucci, Pasqualino Memè, Luca Memè, Lorenzo Manicnelli e Osvaldo Rotatori, primo candidato non eletto in seno alla propria lista, che va a sostituire per legge il sindaco uscente Nicola Brunetti, dimissionario dall’ufficio di consigliere di minoranza.
Esplicate alcune formalità di rito, ha preso parola il capogruppo di minoranza Lorella Camploucci, che ha confermato il futuro impegno della minoranza sia come organo istituzionale di controllo, sia come parte integrante e fondamentale dell’assemblea comunale, per uno sviluppo costruttivo della vita comune.
Di seguito, sono stati presentati alla cittadinanza i membri nominati della giunta comunale, composta dagli assessori Gateano Truffellini (vicesindaco con assessorato ai lavori pubblici, qualità urbana, viabilità, mobilità, edilizia scolastica, verde pubblico, infrastrutture e trasporti), Rita Aquili (pubblica istruzione, politiche ambientali ed assetto del territorio), Carlo Casagrande (sport ed edilizia sportiva, rapporti con le associazioni), Astra Saturni (beni culturali, politiche culturali e sociali, comunicazione), Daniele Api (politiche giovanili e del tempo libero) e l’assessore esterno Susanna Massi (turismo e le politiche dei gemellaggi).
Numerose le competenze che il sindaco Bello ha deciso di lasciare in capo a se stesso. Tra i più significativi il bilancio, programmazione economica, finanze, risorse umane, economia del territorio, politiche agricole, rapporti con gli enti locali ed istituzioni.
In fine, a chiudere la seduta, pronunciando le parole di rito con in mano la Costituzione della Repubblica, Massimo Bello ha effettuato il giuramento ufficiale del sindaco, a seguito del quale ha indossato la tipica fascia tricolore, tra gli applausi dei presenti.
Per questo primo ed importante appuntamento istituzionale – ha sottolineato il giovane sindaco – abbiamo scelto di uscire dalle solite stanze del palazzo municipale per avvicinare il Comune alla cittadinanza. Le decisioni – ha continuato Bello – vanno prese insieme, pubblicamente, di fronte a tutti i cittadini, in un costruttivo incontro di idee tra maggioranza e minoranza”.

Il primo consiglio comunale Il primo consiglio comunale
Clicca per ingrandire





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 giugno 2004 - 2231 letture

In questo articolo si parla di





logoEV