Alla scoperta di Senigallia

Senigallia 30/11/-0001 -
Il comune di Senigallia ha organizzato una visita guidata alla scoperta della nostra città; i turisti e anche i senigalliesi sono invitati a partecipare a questa splendida iniziativa.
Abbiamo ricostruito tutto il percorso per una visita virtuale con foto e commenti.


di Silvia Piermattei
silvia@viveresenigallia.it


A partire da ieri, ogni martedì e giovedì, il Dottor Marcelli Montanari, la guida autorizzata a cui è stato affidato il tour Alla Scoperta di Senigallia, ci accompagnerà nella visita della nostra città, fra mille curiosità e rivelazioni.
L'appuntamento è in Piazza del Duca alle ore 17; la visità è particolarmente apprezzata dai turisti, ma un tuffo nella storia della nostra città è un'esperienza meravigliosa soprattutto per noi senigalliesi.
La visita è completamente gratuita e riguarda la Rocca Roveresca (l'unico posto dove si paga un biglietto d'ingresso di 2 euro), Piazza del Duca, la chiesa Della Croce, il Foro Annonario, i Portici Ercolani e il Palazzo Comunale.
Per coloro che sono nati in questa città è naturale vedere queste architetture e queste opere, ma difficilmente ci soffermiamo sulle loro origini.
Dopo questo tour chiunque apprezzerà le bellezze di Senigallia con occhi diversi.

La Rocca Roveresca, come la vediamo oggi, è stata costruita su fondamenta romane e su una struttura più antica del 1300.
L'opera fu commissionata da Giovanni Della Rovere, capitano di ventura e signore di Senigallia, e fu completata fra il 1476 e il 1482 dallo stesso architetto che progetto il Palazzo Ducale di Urbino, Luciano Laurana.

Torrione
La rocca è formata da due strutture distinte inglobate l'una dentro l'altra, la parte residenziale e la parte difensiva formata dalle mura e dai Torrioni.
Questa opera darà l'impronta rinascimentale alla città di Senigallia.
La struttura è caratterizzata da un rivestimento di mattoncini rossi e da una preziosa decorazioni in pietra d'Istria.

ingresso
Il cortile della Rocca era sia un luogo di svago per chi abitava nel castello, sia un luogo per raccogliere le acque in caso di assedio.
La pavimentazione è studiata in modo che tutte le acque siano convogliate in un unico punto.

cortile della rocca
Il cortile è ricco di decorazioni in pietra d'Istria con il tema della ghianda (frutto del rovere) secondo il gusto estetico tipico rinascimentale.
Giovanni Della Rovere era un capitano di ventura con un esercito e combatteva guerre come mercenario.
In seguito ha acquisito il titolo di Duca ereditandolo da un cugino di Napoli.

cortile della rocca
La Rocca a quel tempo doveva essere più slanciata di un terzo, in seguito il fossato in seguito si è riempito di terra e ha coperto parte della struttura del castello.
Esistono dei corridoi di collegamento fra i vari torrioni che permettevano di raggiungere velocemente le varie postazioni di combattimento.
Le segrete della rocca sono state utilizzate come prigione ed in alcuni casi i prigionieri venigano murati vivi.

ingresso rocca
La scala a chiocciola è una struttura tipica del periodo rinascimentale, sono diversi i castelli che possiedono un collegamento del genere per raggiungere la parte alta del Torrione.
scala di collegamento
Questa bocchetta era utilizzata per comunicare con l'artiglieria durante la battaglia.
La Rocca Roveresca ha dovuto sopportare diverse scorrerie dei turchi provenienti dal mare (spesso i pescatori venivano rapiti per chiedere il riscatto) e diversi attacchi, ma il più importante è l'assedio del 1502 da parte di Cesare Borgia.

canale di comunicazione
In alcuni corridoi si trovavano delle cannonaie per colpire i nemici nel momento in cui entravano nella fortezza.
cannonaia
In quel tempo il potere di ogni signore dipendeva dall'appoggio dello Stato Pontificio e Giovanni Della Rovere era il nipote del Papa Sisto IV, un uomo abile che ha posizionato tutti i suoi nipoti in zone strategiche dell'Italia.
Cortile
La figura della Sfinge collocata in questo capitello è il simbolo dei Della Rovere.
Il simbolo deriva dal mito di Edipo e dell'uomo che conquista la vittoria grazie alla sua intelligenza.

capitello
Il tipico pavimento a spina del torrione da cui si poteva ammirare la piazza antistante la Rocca.
Anticamente la piazza era sterrata e al suo interno era stata piantata un'enorme quercia con la scritta in latino "Durerà a lungo", riferito al potere dei Della Rovere.
La piazza probabilmente era utilizzata anche per l'addestramento dell'esercito.

pavimento
All'interno della residenza purtroppo non sono più costuditi i capolavori che un tempo decoravano le mura: si trattava di ritratti di grande pregio dipinti da Tiziano, Piero Della Francesca, Raffaello.
residenza
Nelle porte possiamo ammirare pregiate decorazione in pietra d'Istra.
residenza
Gli affreschi che decoravano i soffitti sono andati quasi tutti perduti ed il restauro è stato effettuato in maniera piuttosto discutibile, coprendo anche ciò che era rimasto.
capitello
All'uscita della Rocca è possibile vedere un'effigie mal conservata, ma rappresentante l'annunciazione.
In quel periodo la casata dei Della Rovere rischiava di non avere un erede maschio, la figura dell'annunciazione era stata scolpita per ottenere la grazia.
Il figlio maschio nacque e il Duca per ringraziamento fece costruire il convento delle Grazie.
Esiste un'altra annunciazione riguardante la stessa vicenda e dipinta dal padre di Raffaello; Napoleone Bonaparte durante una delle sue guerre di conquista portò con se l'opera che fu poi restituita.
Attualmente il quadro è costudito nella casa di Raffaello ad Urbino.

annunciazione
Il Palazzo Comunale è situato in Piazza Roma, che anticamente era il punto d'incontro per la popolazione.
Palazzo Comunale
La statua di Nettuno è un reperto dell'epoca romana, è stato ritrovato nel 1600 durante degli scavi archeologici.
Viene chiamato dai senigalliesi "Il monco in piazza"

monco di Senigallia
La fontana Delle Oche si trova in Piazza del Duca. Anticamente il quartiere delle Saline era completamente occupato dalle paludi; l'ambiente era malsano ed erano pochissime le famiglie che decidevano di rimanere a vivere a Senigallia.
Per rilanciare la città nel 1445 S. P. Malatesta offrì l'indennità per i debiti non pagati a tutti coloro che decidevano di ripopolare la città.
Da qui il detto "Senigallia mezzo ebrea e mezza canaja".
In seguito ci fu la bonifica delle paludi e la fontana fu costruita in onore di questa grande opera.
Il simbolo delle oche sta a testimoniare che da quel momento in poi questo sarebbe stato il solo animale accettato nelle terre bonificate.

Fontana delle Oche
Il foro annonario è stato costruito intorno al 1830 e lo scopo di questa opera era il commercio del pesce e della verdura.
La collocazione era strategica in quanto si trovava a due passi dal canale da dove arrivavano le imbarcazioni cariche di pesce.
Nel progetto iniziale il foro avrebbe dovuto avere una grande fontana al suo interno.

Foro Annonario
I Portici Ercolani sono stati costruiti in pietra d'Istria in previsione dell'espansione commerciale e fieristica di Senigallia. Il progetto iniziale consisteva in due file di portici che costeggiavano il canale del fiume Misa, purtroppo i finanziamenti sono venuti a mancare.
Portici Ercolani

Durante la visita abbiamo potuto ammirare anche la chiesa Della Croce: si tratta di un impianto tardo rinascimentale, ma con una ricca decorazione interna in stile barocco caratterizzata da una cura estrema per i particolari.
Il quadro che si trova nell'altare principale raffigura la morte di Cristo ed è stato dipinto ad Urbino da Federico Barocci, esponente del "Barocco Gentile".
Si narra che il quadro sia stato trasportato da Urbino in spalla a 16 uomini.
Infine la guida ci ha parlato dell'antica destinazione data a Piazza Simoncelli da parte dello Stato Pontificio.
La piazza era la sede delle residenze degli ebrei rinchiusi all'interno di un ghetto che ogni sera veniva sbarrato.
La comunità ebrea era una parte essenziale del commercio e dell'economia della città e la popolazione di Senigallia si è opposta invano a questo provvedimento.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 giugno 2004 - 7458 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

07 aprile, 13:42
With her using my nipples to control my movements, I was forced to hump my ass to recieve her vigorous thrusts <a href="http://garaban.t35.com/free-blowjob-pictures.html"> Free Blowjob Pictures</a> [garaban.t35.com] I hurried to their b <a href="http://gonduras.erospace.pl/bdsm-free-hogtied.html"> Bdsm Free Hogtied</a> [gonduras.erospace.pl] I hurried to their b <a href="http://diamond.w5.pl/bdsm-library.html"> Bdsm Library</a> [diamond.w5.pl] I hurried to their b <a href="http://ganfan.erospace.pl/ebony-lesbians.html"> Ebony Lesbians</a> [ganfan.erospace.pl] I hurried to their b <a href="http://gonduras.erospace.pl/bdsm-erotica-stories-free.html"> Bdsm Erotica Stories Free</a> [gonduras.erospace.pl] I hurried to their b <a href="http://gerold.w5.pl/cumshot.html"> Cumshot</a> [gerold.w5.pl] I hurried to their b <a href="http://kirdik.sexushost.com/bdsm-toys.html"> Bdsm Toys</a> [kirdik.sexushost.com] I hurried to their b <a href="http://uranus.w5.pl/cute-anime-girls.html"> Cute Anime Girls</a> [uranus.w5.pl] I hurried to their b <a href="http://ganfan.erospace.pl/ebony-pussy.html"> Ebony Pussy</a> [ganfan.erospace.pl] I hurried to their b <a href="http://shemaliki.w5.pl/adult-cartoons.html"> Adult Cartoons</a> [shemaliki.w5.pl] As fingers again began to dance in her crotch she leaned back against my chest

Anonimo

21 aprile, 07:42
I decided not to trust it and as soon as I had shut down the engine we both went back out and rigged lines to the trees on the bank <a href="http://teengirls.sex4dollar.com/teens-nude.html"> Teens Nude</a> [teengirls.sex4dollar.com] Yeah, you, me and a <a href="http://smokgirl.w5.pl/smoking-ban.html"> Smoking Ban</a> [smokgirl.w5.pl] Yeah, you, me and a <a href="http://smoksgirl.xadulthosting.com/pictures-of-smokers.html"> Pictures Of Smokers</a> [smoksgirl.xadulthosting.com] Yeah, you, me and a <a href="http://pissing.sex4dollar.com/guys-pissing.html"> Guys Pissing</a> [pissing.sex4dollar.com] Yeah, you, me and a <a href="http://spanksp.cyberfreehost.com/spanking-drawings.html"> Spanking Drawings</a> [spanksp.cyberfreehost.com] Yeah, you, me and a <a href="http://spanks.t35.com/spanking-videos.html"> Spanking Videos</a> [spanks.t35.com] Yeah, you, me and a <a href="http://smokinggirl.t35.com/beautiful-women-smoking.html"> Beautiful Women Smoking</a> [smokinggirl.t35.com] Yeah, you, me and a <a href="http://smoksgirl.xadulthosting.com/women-smoking.html"> Women Smoking</a> [smoksgirl.xadulthosting.com] Yeah, you, me and a <a href="http://teengirls.sex4dollar.com/cool-teens.html"> Cool Teens</a> [teengirls.sex4dollar.com] Yeah, you, me and a <a href="http://pissings.sexushost.com/pissing-women.html"> Pissing Women</a> [pissings.sexushost.com] They were talking about me as if I was an object instead of a person

Anonimo

09 maggio, 09:41
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

15 maggio, 13:41
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

16 maggio, 19:42
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV