Aquili: ''Mangialardi avrebbe dovuto presentare le dimissioni''

Senigallia 30/11/-0001 -
Renzo Aquili, Massimo Bello e Gabrile Girolimetti tornano alla carica sulla questione della sabbia finita in discarica contestando la difesa di Mangialardi e muovendo nuove accuse. Testo alternativo



"Ritenevo Mangialardi una persona corretta e che si dimettesse, insieme al Sindaco, sarebbe stato poi il Consiglio Comunale, eventualmente a rinnovare la fiducia" Afferma Renzo Aquili. Invece, continua Massimo Bello: "Mangialrdi ha presentato una difesa che fa acqua da tutte le parti, ridicola e generica".
"Il comune non poteva non sapere perché - sostiene Aquili - gli ispettori della provincia sono stati anche negli uffici comunali e il verbale dell'ispezione è stato controfirmato dai tecnici comunali".
"Mangialardi afferma che non ci sono stati danni erariali - continua Aquili - ed è vero: i danni sono stati per i cittadini che si sono visti aumentare le tassa per i rifiuti". Nonostante questo l'appalto alla ditta Franceschini per la pulizia della spiaggia è stato rinnovato.
I verdi, che hanno dichiarato di provare imbarazzo per questa storia non erano presenti quando l'appalto è stato rinnovato.
I consiglieri di AN trovano sospetta questa assenza, così come ritengono sospetto ed ingiustificato il silenzio del Sindaco sulla vicenda.
Ma per la nostra tanto amata spiaggia di velluto non è finita qui: "La sabbia è uguale per tutti!" Tuona, tra l'arrabbiato e il faceto, Gabriele Girolimetti riferendosi all'obbligo di restituire la sabbia proveniente dagli scavi effettuati per lavori sull'arenile per il ripascimento.
Obbligo che sarebbe stato imposto con severità ad alcune ditte, ed ignorato per altre.
Sulla questione Girolimetti ha presentato un'interrogazione consigliare nella cui risposta si legge che il comune non può pretendere che le ditte che eseguono i lavori sull'arenile restituiscano la sabbia.
"Allora perché - si chiede Gabrile Girolimetti - ad alcune ditte in passato la restituzione è stata imposta (a loro spese)? Chiederemo un risarcimento."





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 aprile 2004 - 2167 letture

In questo articolo si parla di





logoEV