Piano del traffico: il Sindaco risponde alle accuse.

Senigallia 30/11/-0001 -
Il Sindaco Angeloni risponde alle accuse mosse da più parti al Piano di riordino del traffico urbano: "Come è possibile sostenere che questo piano sarebbe calato dall'alto o che le scelte dell'Amministrazione non sarebbero state condivise?"

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


Il nuovo piano di riordino del traffico, presentato ufficialmente nei giorni scorsi, sta sollevando grande interesse a Senigallia. Non mancano in queste ore commenti, osservazioni e valutazioni, come è naturale che sia per un provvedimento destinato a incidere in maniera sostanziale sulla vita della Città. E non mancano neppure polemiche e contestazioni, per alcuni aspetti palesemente gratuite.
Come è possibile ad esempio sostenere che questo piano sarebbe calato dall’alto o che le scelte dell’Amministrazione non sarebbero state condivise? L’intero pacchetto dei provvedimenti per il riordino del traffico nel centro cittadino è stato frutto di un lungo percorso di elaborazione e di un approfondito esame da parte dei rappresentanti di tutte categorie economiche e sociali della città. Gli stessi provvedimenti adottati contengono tutta una serie di decisioni che derivano proprio dalle osservazioni avanzate dalle varie componenti cittadine.
Tutto ciò è dimostrato chiaramente peraltro dall’esistenza di un accordo, condiviso e sottoscritto da Amministrazione e rappresentanti delle categorie: tale documento, inviato alla stampa per una pubblica divulgazione lo stesso giorno della conferenza stampa di presentazione ufficiale del piano, costituisce il primo atto formale nel comune intento del rilancio economico e sociale del centro storico. In esso si esprime testualmente la “soddisfazione per il metodo di concertazione avviato”, si riconosce “che alcune delle loro osservazioni formalizzate durante gli incontri sono state favorevolmente recepite dalla Giunta” e si elenca appunto tutta una serie di osservazioni formulate dai rappresentanti delle categorie economiche e sociali, indicazioni che l’Amministrazione si è impegnata a recepire e ad inserire negli atti amministrativi.
Il nuovo piano di riordino del traffico e della sosta nel centro storico è stato realizzato per migliorare la vivibilità. È questo il primo obiettivo di un progetto che finirà per modificare alcune abitudini ma soltanto al fine di regolamentare certe situazioni in modo da consentire ai cittadini una riappropriazione degli spazi del centro. Possono dunque essere fiduciosi tutti coloro che chiedono tranquillità, come ad esempio i residenti del quartiere Porto: a questa particolare zona della città, oggi sottoposta a forme di parcheggio “selvaggio”, l’Amministrazione ha anzi restituito la stessa dignità di tutto il centro storico L’attuale previsione di spazi di sosta a pagamento, ferma restando la naturale attenzione per le vetture dei residenti, rappresenta proprio uno strumento di lotta contro i parcheggi indiscriminati, a tutela dei residenti di un quartiere che potrà in futuro godere di una situazione certamente meno caotica.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 marzo 2004 - 1976 letture

In questo articolo si parla di


Anonimo

26 marzo, 18:58
Non so se il Sindaco menta sapendo di mentire o se in buona fede crede veramente a quello che afferma: Nessun abitante del centro è stato messo al corrente di quanto stava per accadere, tantomeno sono stati chiesti pareri o suggerimenti! Altrettanto posso affermare come negoziante del centro. ho saputo del piano due giorni prima dell'annuncio ufficiale senza avere la minima possibilità di presentare agli uffici competenti le mie obiezioni, ne' di presentarle alle associazioni di categoria che, come me, sono state messe al corrente (chi più chi meno) a cose fatte. La frase che compare sul documento sottoscritto congiuntamente dall'Amm.ne e dalle categorie non prova assolutamente niente.<br />
Antonella Diamantini




logoEV