Tutti insieme per promuovere il turismo.

Senigallia 30/11/-0001 -
Le principali associazioni di categoria del settore turistico senigalliese daranno vita ad un Gruppo di lavoro con l’intento di promuovere il turismo senigalliese e liberarlo dalle lungaggini burocratiche; a tal fine chiedono all’amministrazione comunale un interlocutore unico con cui potersi confrontare.

di Claudia Costantini
claudia@viveresenigallia.it


Le associazioni di categoria che tutelano gli interessi di quanti, e sono tanti, operano nel turismo hanno dato vita ad un progetto di tutta rilevanza: la costruzione di un Tavolo di concertazione all’interno del quale strutturare, sviluppare e presentare progetti atti a rendere più competitiva Senigallia dal punto di vista dell’offerta turistico.
Il progetto pone le sue basi considerando le modalità con le quali il turismo senigalliese si svilupperà in un futuro prossimo in modo da tale da progettare, sin da subito, le strutture turistiche lungo questa prospettiva.“ Vogliamo fare una fotografia di quella che sarà la Senigallia del 2014 per poter offrire progetti che vadano in quel senso- Afferma Giancarlo Ciabattini, presidente della Confcommercio- Se è vero che le città è a vocazione turistica, è necessario lavorare in quel senso e l’apporto di chi già opera nel settore è fondamentale.”
“Tecnicamente- prosegue Ciabattini – Il gruppo di lavoro sarà costuito da due o tre delegati di ogni associazione, quali avranno il compito di intrattenere i rapporti con l’amministrazione comunale, la quale, a sua volta, deve fornirci un interlocutore unico, a cui poter fare riferimento per ogni questione.”
Due sono le strategie che il gruppo di lavoro intende seguire: una a brave scadenza, relativa alla rilevazione ed alla cura sintomatica dei problemi esistenti oggi per il settore turistico mentre l’altra consiste nel seguire il progetto sotto l’ottica del ungo periodo. “La città ha potenzialità turistiche maggiori di ciò che esprime – conclude Ciabattini- Ma questa vocazione turistica, nei fatti concreti, non è stata sempre dimostrata.”
Zoppini dell’Associazione Albergatori afferma che nessuna Associazione perderà la propria identità ma tutte lavoreranno in sinergia proponendo interventi coordinati. “Ciò che più allarma noi albergatori –prosegue Zoppini – Sono i tempi lunghi della messa in opera di alcuni interventi. Abbiamo una stagionalità estiva, entro Aprile la città dovrebbe essere già presentabile ai turisti.”
“Il Gruppo di lavoro nasce da una situazione di estremo disagio avvertita da tutti gli operatori turistici.- ribatte Monachesi del Gibas, associazione che tutela i bagnini- La stagione non comprende solo i mesi estivi, i cantieri della Rotonda e del sottopassaggio che porta al lungo mare sono un danno incredibile. Perché non si attua, come è stato fatto in altre città, la limitazione dei tempi di apertura dei cantieri, in modo da liberare Senigallia da questi “Mostri” almeno per il periodo estivo? Per non parlare poi delle concessioni demaniali: da anni chi possiede una concessione demaniale è come in un limbo: ci sono continue varianti che di fatto non risolvono i problemi reali.”
“La nostra situazione è precaria- conclude Nisi delegato dell’associazione che tutela i capeggi e i villaggi turistici – Ma dobbiamo pensare al futuro e creare un’osmosi con l’Amministrazione Comunale, con il confronto e la sinergia delle idee si possono progettare interventi validi e vitali per il turismo senigalliese, ma occorre un referente a cui rivolgersi ogni qual volte se ne avverte la necessità”.
Il gruppo di lavoro ha importanti finalità da perseguire, “Entro il 2004- conclude Ciabattini- presenteremo un progetto e vorremmo che questo nostro progetto sia fatto proprio dalla Amministrazione comunale”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 marzo 2004 - 1873 letture

In questo articolo si parla di





logoEV