il resto del carlino: AVIS, oltre tremila donazioni di sangue

Senigallia 30/11/-0001 -
Una realtà in crescita, con 1.485 donatori attivi iscritti, per un totale di quasi tremila donazioni nel 2003.
Questi i numeri della sezione Avis di Senigallia.


E' una lunga storia costruita insieme da migliaio di persone che hanno donato gratuitamente il loro sangue, contribuendo a salvare la vita di centinaia e centinaia di persone. C 'è però necessità di forze nuove e stimoli per promuovere in modo ancora più incisivo la donazione di sangue. Questo uno degli obiettivi priori tari delineati dal presidente Luciano Di Marcelli, confermato nella sua carica per il quadriennio 2004 - 2008. «Ognuno di noi deve convincere almeno un amico, parente, conoscente a diventare donatore» osserva Di Marcelli. «Basterebbe onesto per raddoppiare in in brevissimo tempo il numero dei donatori attivi. Andiamo contro l'atteggiamento superficiale di chi e convinto che il sangue si trovi per diritto negli ospedali, senza alcuno sforzo. Salvare una vita umana e un atto concreto, non una teoria filosofica». Nell'assemblea che ha confermato Di Marcelli, ha tenuto una relazione anche il dottor Vocino, direttore del Centro trasfusionale dell 'ospedale, che ha sottolineato l'ottimo spirito di collaborazione tra l'Avis di Senigallia e la struttura ospedaliera.
Presidente onorario e direttore sanitario è stato confermato Lucio Massaccesi.
Nominati anche il vice presidente Carlo Zandri ed il vicario Fabrizio Permalosi, il tesoriere Giuliano Corinaldesi ed il segretario Alfio Marinelli.
Roberta Giorgini è stata invece confermata consigliere incaricato dell'Avis giovane. All'indirizzo www.avissenigallia.net da oggi i soci, i simpatizzanti e tutte le persone interessate potranno trovare ancora più informazioni e notizie sulla vita associativa, sulla modalità per donare, sulle iniziative volte a propagandare la donazione di sangue.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 marzo 2004 - 2289 letture

In questo articolo si parla di